Navigation

Un aereo militare russo precipita nel Mar Nero

A bordo dell’apparecchio, in volo verso la base russa di Latakia, in Siria, vi erano 93 persone, tra cui i membri del celebre Coro Aleksandrov, erede del Coro dell’Armata Rossa. Le autorità escludono l’ipotesi dell’attentato.

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 dicembre 2016 - 15:44
tvsvizzera.it/mar con RSI (TG del 25.12.2016)
Contenuto esterno


Il velivolo, un Tupolev TU-154, è scomparso dai radar alle 5:40 di domenica, 20 minuti dopo la partenza, precipitando nello spazio aereo russo. L’aereo era decollato da Sochi e era diretto in Siria. Qui il Coro Aleksandrov avrebbe dovuto tenere un concerto per le truppe russe dislocate nel paese.

Il capo della commissione Difesa del Senato russo, Viktor Ozerov, ha "escluso totalmente la tesi dell'attentato". Secondo Ozerov, l'incidente aereo potrebbe essere stato causato da un guasto tecnico o da un errore dell'equipaggio.

Nel servizio della RSI, un ricordo della storia del coro decimato nel disastro aereo:

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.