Navigation

Riscaldare la casa con il ghiaccio

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 02 luglio 2017 - 09:46
tvsvizzera/spal con RSI (TG del 27.6.2017)

Un accumulatore di ghiaccio e uno collettore solare sul tetto per far fronte alle esigenze energetiche per tutto l’anno. Sembra una trovata pubblicitaria un po’ fantasiosa ma a Rothenburg, nel Canton Lucerna, un intero complesso residenziale funziona con questo principio.

I dispositivi termici istallati nel palazzo, tra cui figura anche una pompa di calore, svolgono attività differenti a seconda della stagione.

In autunno i tubi esterni riscaldano lo stabile ma anche l’acqua contenuta nell’accumulatore di ghiaccio che immessa nell’impianto di riscaldamento idraulico garantisce la climatizzazione degli appartamenti nei mesi più freddi. Contemporaneamente nello scantinato dell’edificio si formano oltre 400 metri cubi di ghiaccio.

In primavera, quando si esaurisce la scorta di calore immagazzinato entra in funzione il collettore solare sul tetto. In estate infine il ghiaccio accumulato consente di raffreddare le abitazioni senza bisogno di ricorrere a condizionatori. E gli inquilini dello stabile, come riporta il servizio del TG, sono soddisfatti anche per il loro portafoglio.    

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.