La televisione svizzera per l’Italia

Prima trasferta “europea” del nuovo negoziatore svizzero

Alexandre Fasel
Il nuovo segretario di Stato Alexandre Fasel del DFAE. Cc 3.0 By-nc-sa

Presa di contatto del Segretario di Stato del Dipaertimento federale degli Esteri (DFAE) Alexandre Fasel a Bruxelles dove ha incontrato il rappresentante UE Juraj Nociar.

Lo scopo principale della sua visita era di venire a presentarsi di persona, ha dichiarato Fasel dopo l’incontro con i rappresentanti della Commissione europea con cui, ha aggiunto, nell’immediato futuro avrà molto a che fare.

Ora il lavoro “si intensificherà considerevolmente”, ha detto al gruppo di giornaliste e giornalisti presenti nella capitale belga.

Il nuovo Segretario di Stato deve riprendere il filo del dialogo dopo i colloqui esplorativi avviati da Livia Leu – cui è nel frattempo subentrato – che riguardano un nuovo pacchetto di accordi.

+ Accordo Svizzera-UE entro l’estate 2024

Questo include, tra gli altri, possibili intese sull’elettricità, sulla sanità e sulla sicurezza alimentare, ma anche la riammissione della Svizzera nei programmi di ricerca e formazione dell’UE “Horizon Europe” ed “Erasmus plus”.

Sono incluse anche le cosiddette questioni istituzionali, su cui si sono arenate le precedenti trattative, che concernono i meccanismi di risoluzione delle controversie e la ripresa dinamica delle norme sul mercato unico cui partecipa la Confederazione.

Le condizioni affinché il Consiglio federale elabori un mandato negoziale verso la fine dell’anno sono buone, ha sottolineato Alexandre Fasel, così come   

Se ci saranno progressi con l’UE, ma anche nelle discussioni in Svizzera, le condizioni affinché il Consiglio federale elabori un mandato negoziale verso la fine dell’anno sono buone. Si tratta ora infatti di definire un terreno comune e di identificare i punti di convergenza, ha detto Fasel. “Entrambe le parti hanno interesse ad avere relazioni solide” e ad ampliarle, ha sottolineato.

Il nuovo Segretario di Stato, che ha assunto l’incarico il 1° settembre, ha esperienza a livello multilaterale e bilaterale e di recente ha avuto la funzione di incaricato speciale per la diplomazia scientifica in seno alla Ginevra internazionale.

Attualità

Il primo ministro britannico Rishi Sunak.

Altri sviluppi

Regno Unito al voto il prossimo 4 luglio

Questo contenuto è stato pubblicato al La convocazione è anticipata così di circa 6 mesi rispetto alla scadenza naturale della legislatura.

Di più Regno Unito al voto il prossimo 4 luglio
Un neonato accudito dal padre.

Altri sviluppi

Il congedo parentale a Ginevra dovrà attendere

Questo contenuto è stato pubblicato al Il progetto da 24 settimane accolto dal popolo ginevrino non può entrare per ora in vigore: è incompatibile con il diritto federale.

Di più Il congedo parentale a Ginevra dovrà attendere
Bandiera palestinese.

Altri sviluppi

Spagna, Norvegia e Irlanda riconoscono la Palestina

Questo contenuto è stato pubblicato al I tre Paesi europei hanno annunciato che martedì prossimo riconosceranno lo Stato palestinese. Salgono così a undici gli Stati del Vecchio Continente a fare questo passo.

Di più Spagna, Norvegia e Irlanda riconoscono la Palestina
Agenti della polizia federale.

Altri sviluppi

Colpo alla mafia turca, arresti anche in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Perquisizioni nel Canton Argovia e a Zurigo nell'ambito della vasta indagine condotta dalla Procura di Milano contro l'organizzazione di Baris Boyun, il boss turco che soggiornava spesso in Svizzera.

Di più Colpo alla mafia turca, arresti anche in Svizzera
Un treno all'interno della galleria del Lötschberg.

Altri sviluppi

Lavoratori intossicati nella galleria del Lötschberg

Questo contenuto è stato pubblicato al Perdita di una sostanza chimica da un vagone in transito, lievi difficoltà respiratorie per cinque persone all'interno del tunnel. Il traffico ferroviario è stato nel frattempo ripristinato.

Di più Lavoratori intossicati nella galleria del Lötschberg
Klaus Schwab durante l'ultimo WEF.

Altri sviluppi

Klaus Schwab lascia la presidenza esecutiva del WEF di Davos

Questo contenuto è stato pubblicato al Klaus Schwab, fondatore del Forum economico mondiale di Davos (WEF) lascia la sua carica di presidente esecutivo. L'86enne lo ha annunciato martedì in una mail allo staff.

Di più Klaus Schwab lascia la presidenza esecutiva del WEF di Davos

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR