La televisione svizzera per l’Italia

Pioggia di stelle sui ristoranti elvetici

Franck Giovannini nel suo ristorante Hotel de Ville a Crissier.
Franck Giovannini nel suo ristorante pluripremiato Hotel de Ville a Crissier. © Keystone / Laurent Gillieron

L’edizione di quest’anno della Guida Michelin premia 138 locali in Svizzera: cinque ottengono la seconda stella e 19 la loro prima.

La gastronomia elvetica mantiene il suo ruolo di prestigio nel contesto internazionale: i quattro ristoranti al vertice in Svizzera hanno conservato nel 2023 le loro tre stelle Michelin.

Per chi volesse degustare le loro prelibatezze, si tratta di Le Memories a Bad Ragaz (San Gallo), l’Hôtel de Ville di Crissier (Vaud), il Cheval Blanc (Basilea) e lo Schloss Schauenstein a Fürstenau (Grigioni).

Inoltre, tra i 138 ristoranti che hanno ottenuto il riconoscimento della celebre guida, cinque hanno ottenuto la seconda stella.

+ Stelle bergamasche nelle Alpi svizzere

Per il direttore della Guida Michelin, Gwendal Poullennec, “ancora una volta l’alta gastronomia svizzera prova la sua capacità d’adattamento in un contesto economicamente complicato”. Il numero di locali stellati elvetici inseriti nell’edizione 2023, ha aggiunto il dirigente, “si mantiene a un livello costante ed elevato”. 

Aumentati i due stelle

Fra i ristoranti premiati con una stella vi sono 19 nuove entrate. Fra queste, due si trovano a sud delle Alpi, in Ticino: l’Osteria Enoteca Cuntitt, a Castel San Pietro, e l’Osteria dell’Enoteca a Losone, che portano il totale cantonale a sette: gli altri sono la Locanda Barbarossa (Ascona), la Locanda Orico (Bellinzona) e i tre ristoranti di Lugano, MetaI Due Sud e The View. Nei Grigioni premiata anche la Cà d’Oro di San Moritz, con un totale retico di dieci locali che possono vantare almeno una stella.

Il totale dei locali con doppia stella è ora di 26, due dei quali si trovano ad Ascona (Ecco e La Brezza) e quattro nei Grigioni. I cinque nuovi entrati sono: The Japanese Restaurant di Andermatt (UR). Vi sono poi anche il Mammertsberg di Freidorf (TG), l’Atelier Robuchon di Ginevra, La Table du Lausanne Palace di Losanna e La Table du Valrose di Rougemont (VD). Sono state distribuite anche le speciali stelle verdi per la cucina sostenibile. In questa categoria si contano ora nove nuovi ristoranti che portano il totale a 33.

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR