Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Paesi Bassi, non sfondano i nazionalisti di Wilders

holland

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I liberali del premier Mark Rutte, pur perdendo 8 seggi in Parlamento, hanno vinto le elezioni nei Paesi Bassi con il 21,2% dei suffragi, tenendo a distanza i nazionalisti del Partito per la libertà di Geert Wilders.

seggi

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La nuova composizione del parlamento olandese

La formazione di destra, molto temuta dalle cancellerie europee per i suoi programmi anti-Ue e anti-immigrati, alla vigilia era data in forte crescita tanto da impensierire la leadership dei liberali.

Ma alla fine il Pvv si è fermato al 13,1%, incassando 20 seggi su 150 (+5), davanti ai democristiani del Cds (12,4%) e ai progressisti del D66 (12,1%), entrambe salite a 19 seggi (rispettivamente +6 e +7 seggi).

A sorprendere nelle legislative olandesi, soprattutto per le dimensioni, è il crollo dei laburisti, scesi a soli 9 seggi (-29) mentre a sinistra tiene il Partito socialista con 14 seggi (-1) e crescono notevolmente i Verdi di GroenLinks, passati da 4 a 14 deputati. Nella Camera bassa entra per la prima volta il partito antirazzista Denk, accreditato di tre mandati.  

Per il premier conservatore Mark Rutte quella di ieri è stata una “serata importante per tutta l’Europa” poiché “l’Olanda, dopo la Brexit e le elezioni americane, ha detto no al populismo”. Da parte sua il nazionalista Geert Wilders si è detto disponibile a partecipare al prossimo governo, eventualità però esclusa da tutte le altre formazioni politiche olandesi.

Resta comunque aperta la questione delle alleanze che dovranno tessere i liberali, dopo lo storico crollo dei laburisti con cui erano coalizzati nell’esecutivo.

commento

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.


tvsvizzera/spal con RSI (TG del 16.3.2017)

×