Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Numeri da capogiro Il terzo computer più potente al mondo si trova a Lugano

(1)

Grazie a un potenziamento eseguito alla fine del 2016, il supercomputer del Centro svizzero di calcolo scientifico (CSCS) di Lugano è diventato il terzo calcolatore più potente al mondo.

Il supercomputer di LuganoLink esterno ha una potenza teorica di 25 petaflop, ossia può eseguire 25 milioni di miliardi di calcoli al secondo. A titolo di paragone, un normale computer raggiunge una capacità di 10 miliardi.

Per raggiungere queste prestazioni, il Politecnico federale di Zurigo (da cui dipende il CSCS) ha investito 40 milioni di franchi. Il “Piz Daint” – il supercomputer è stato ‘battezzato’ con il nome di una delle montagne più alte della Val Monastero, nei Grigioni – è così diventato il terzo più potente al mondoLink esterno, alle spalle di due calcolatori cinesi (che hanno una potenza di 93 e 33,9 petaflop). In Italia, il computer più potente (14esimo rango) si trova a Bologna, presso il Consorzio interuniversitario di calcolo.

I supercomputer svolgono un ruolo sempre più importante nella ricerca, in particolare nella simulazione. Proprio recentemente, grazie al “Piz Daint”, astrofisici dell’Università di Zurigo sono riusciti a simulare la formazione dell’UniversoLink esterno generando in 80 ore 25 miliardi di galassie a partire da duemila miliardi di particelle di materia. Il risultato della simulazione servirà a calibrare gli esperimenti del satellite Euclid, che l’Agenzia spaziale europea intende lanciare nel 2020 per studiare energia oscura e materia oscura, che si pensa compongano rispettivamente il 72 e il 23% dell’universo, mentre il restante 5% sarebbe composto dalla materia ordinaria, ossia quella di cui sono fatte stelle e pianeti.

tvsvizzera.it/mar con RSI (Il Quotidiano del 19.6.2017)

×