Navigation

Mengoni: "le cose che non ho"

Intervista al cantante alla vigilia dell'uscita del suo nuovo lavoro. Una lunga playlist all'insegna della libertà artistica

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 dicembre 2015 - 10:06

Un nuovo album e un nuovo tour che prenderà il via la prossima primavera, per Marco Mengoni che prosegue il suo percorso all'insegna della libertà artistica.

Il nuovo capitolo discografico, in uscita venerdì 4 dicembre, s'intitola "Le cose che non ho" ed è una sorta di secondo tempo del progetto iniziato lo scorso gennaio con la pubblicazione di "Parole in circolo".

"Più che di album - ha detto Mengoni a proposito - mi piace parlare di una lunga playlist in divenire, cominciata qualche tempo fa e alla quale adesso aggiungo nuovi brani". In totale il nuovo lavoro del cantante quasi ventisettenne contiene undici brani inediti che vanno da "Ricorderai l'amore" a "Nemmeno un grammo", passando da "Ad occhi chiusi", "La nostra estate" e tutte le altre, tra le quali hanno messo lo zampino alcuni collaboratori come Sia e Giuliano Sanguorgi dei Negramaro.

"È un onore - ha detto Mengoni - poter collaborare con artisti che ammiro da sempre. Giuliano lo conosco da tempo anche se non abbiamo mai lavorato assieme prima, mentre la collaborazione con Sia è qualcosa su cui insisto da tempo e che finalmente ho realizzato".

Sul fronte live, la voce della nuova "Ti ho voluto bene veramente" tornerà in tour a partire dalla prossima primavera, con partenza prevista da Torino il 28 aprileLink esterno e arrivo confermato all'Arena di Verona per una doppia data il 21 e 22 maggioLink esterno.


Carlo Mandelli

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.