Navigation

Massimiliano Fuksas: "una persona cambia il mondo"

Ospite di una conferenza a Lugano, l'archistar ci ha parlato di Expo ("inadatta al tema della fame nel mondo"), di materiali (acciaio "veloce e preciso") e di ideali

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 aprile 2015 - 21:58

Ospite di grido martedì alla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana di Lugano-Trevano: l'architetto Massimiliano Fuksas, archistar internazionale che ha firmato prestigiose opere in ogni angolo del globo, ha tenuto una conferenza su invito della Federazione Ticinese del Metallo.

Lo abbiamo incontrato poco prima. Ci ha parlato di Expo ("inadatta al tema della fame nel mondo"), di materiali (acciaio "veloce e preciso") e di ideali: l'architettura non cambia il mondo, ma la vita di una persona sì.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.