La televisione svizzera per l’Italia

La Svizzera elimina le restrizioni all’importazione di alimenti giapponesi

Mercato del pesce di Fukushima
Un acquirente di pesce ispeziona il pescato al porto di Onahama, nella prefettura di Fukushima, nel 2020 Keystone / Kimimasa Mayama

La Svizzera ha eliminato tutte le restrizioni all'importazione di prodotti alimentari giapponesi in seguito all'incidente nucleare di Fukushima del 2011.

Prima di essere esportati nella Confederazione, alcuni alimenti provenienti da Fukushima dovevano essere sottoposti a test di contaminazione radioattiva. Ora non più.

Le restrizioni riguardavano principalmente i funghi e le piante selvatiche e alcuni tipi di pesce, ha dichiarato martedì una portavoce dell’Ufficio federale per la sicurezza alimentare e la veterinaria (USAV).

Tali condizioni, ha spiegato, non sono più necessarie a causa degli attuali livelli di radiazioni. Gli alimenti provenienti dalla regione di Fukushima possono essere nuovamente considerati sicuri, poiché le autorità giapponesi hanno compiuto notevoli sforzi negli ultimi anni per ridurre la contaminazione radioattiva.

Le misure speciali di protezione non si applicano più agli alimenti di origine animale dall’inizio di agosto e ora queste restrizioni sono state tolte anche per frutta, verdura e funghi, ha dichiarato l’USAV. 

L’eliminazione delle barriere commerciali, i cui effetti sono stati pesanti per l’economia del Paese, è un passo importante per il Giappone. In seguito all’incidente (avvenuto nel 2011), i prodotti alimentari interessati dalle restrizioni dovevano essere sottoposti a test prima di essere esportati in Svizzera. Le autorità nipponiche dovevano certificare il rispetto dei livelli massimi di radioattività.

Lavori di decontaminazione

Dopo il terremoto di magnitudo 9.1 sulla scala Richter dell’11 marzo 2011, un’onda anomala si è abbattuta sulla costa pacifica del Giappone, spianando città e villaggi. Le aree coltivate sono sprofondate sotto masse di acqua e fango. Circa 20’000 persone sono state uccise da questo tsunami.

A Fukushima si verificarono fusioni nella centrale nucleare di Daiichi. Molti Paesi hanno successivamente introdotto livelli massimi di radiazioni per gli alimenti provenienti dalle prefetture colpite.Grazie al lavoro di decontaminazione, i livelli di radiazioni nella maggior parte delle aree della prefettura di Fukushima sono ora praticamente allo stesso livello degli altri Paesi. Tuttavia, circa 27’000 delle 165’000 persone inizialmente evacuate non hanno ancora potuto fare ritorno alle loro case.

Attualità

adesivi che indicano direzioni in tedesco e ucraino

Altri sviluppi

Statuto S per rifugiati ucraini, giro di vite per contrastare gli abusi

Questo contenuto è stato pubblicato al Due mozioni parlamentari chiedono che le condizioni e le regole riguardanti lo statuto di protezione S concesso alle rifugiate e ai rifugiati ucraini vengano inasprite per evitare abusi.

Di più Statuto S per rifugiati ucraini, giro di vite per contrastare gli abusi
bandiera svizzera

Altri sviluppi

Svizzera molto vulnerabile agli shock geopolitici

Questo contenuto è stato pubblicato al Per gli economisti di UBS, la Svizzera presenta una vulnerabilità superiore alla media agli shock geopolitici, ma nel contempo il Paese ha imparato anche a far fronte ai relativi rischi.

Di più Svizzera molto vulnerabile agli shock geopolitici
confezioni di cereali

Altri sviluppi

Troppo zucchero nei prodotti per l’infanzia, ONG chiede alla Svizzera di agire contro Nestlé

Questo contenuto è stato pubblicato al Public Eye ha chiesto alla Segreteria di Stato dell'economia (Seco) di trascinare davanti alla giustizia Nestlé, rea secondo l'organizzazione non governativa di vendere prodotti per l'infanzia con zucchero aggiunto nei Paesi a basso reddito.

Di più Troppo zucchero nei prodotti per l’infanzia, ONG chiede alla Svizzera di agire contro Nestlé
Thomas Aeschi

Altri sviluppi

Zuffa tra un eletto e la polizia a Palazzo federale

Questo contenuto è stato pubblicato al Il consigliere nazionale e presidente del gruppo parlamentare dell'Unione democratica di centro, Thomas Aeschi, si è azzuffato mercoledì mattina con agenti di polizia armati, di guardia a Palazzo federale.

Di più Zuffa tra un eletto e la polizia a Palazzo federale
Françoise Hardy

Altri sviluppi

È morta Françoise Hardy

Questo contenuto è stato pubblicato al La cantante e attrice francese, icona degli anni Sessanta, è morta martedì all'età di 80 anni.

Di più È morta Françoise Hardy
Hunter Biden

Altri sviluppi

Hunter Biden condannato per possesso illegale di un’arma da fuoco

Questo contenuto è stato pubblicato al Un tribunale del Delaware ha condannato il figlio del presidente statunitense per aver violato le leggi che vietano alle persone con una dipendenza da droghe illegale di possedere armi da fuoco. La pena massima è di 25 anni di prigione, ma essendo incensurato è probabile che non finirà dietro alle sbarre.

Di più Hunter Biden condannato per possesso illegale di un’arma da fuoco
emmanuel macron

Altri sviluppi

Macron lancia un appello alle forze moderate per fare fronte comune

Questo contenuto è stato pubblicato al In vista delle elezioni anticipate convocate per il 30 giugno, il presidente francese ha invitato le forze repubblicane a lavorare assieme per contrastare l'avanzata dell'estrema destra, uscita vittoriosa dalle europee.

Di più Macron lancia un appello alle forze moderate per fare fronte comune

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR