La televisione svizzera per l’Italia

La procura svizzera indaga sull’acquisizione di Credit Suisse

Ermotti in conferenza stampa
Il nuovo CEO di UBS Sergio Ermotti: Il nuovo CEO di UBS Sergio Ermotti prende posto alla conferenza stampa di mercoledì a Zurigo accanto al Presidente di UBS Colm Kelleher (al centro) e al CEO uscente Ralph Hamers. © Keystone / Michael Buholzer

Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha aperto un'indagine sull'acquisizione di Credit Suisse da parte di UBS Group, sostenuta dallo Stato.

L’MPC sta esaminando potenziali violazioni del diritto penale svizzero da parte di funzionari governativi, autorità di regolamentazione e dirigenti delle due banche, che hanno concordato una fusione d’emergenza il mese scorso.

Vi erano “numerosi aspetti degli eventi relativi al Credit Suisse” che giustificavano un’indagine e che dovevano essere analizzati per “identificare eventuali reati che potrebbero rientrare nella competenza dell’MPC”, ha aggiunto il rapporto.

Il procuratore generale Stefan Blättler ha emesso una serie di “ordini di indagine” agli organi governativi e il suo ufficio è in contatto con COnfederazione e cantoni e probabilmente cercherà di interrogare i funzionari chiave in relazione all’acquisizione.

Il 19 marzo UBS ha accettato di acquistare la rivale Credit Suisse per 3 miliardi di franchi svizzeri, in un accordo studiato dal Governo elvetico, dalla Banca nazionale svozzera (BNS) e dall’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) per evitare un crollo del sistema finanziario del Paese.

Domenica la SonntagsZeitung ha riferito che la nuova megabanca nata dalla fusione forzata è destinata a ridurre la sua forza lavoro globale del 20-30% (25’000-36’000 posti di lavoro). Solo in Svizzera sarebbero interessati fino a 11’000 impieghi.

Altri sviluppi
Credit Suisse

Altri sviluppi

Matrimonio CS-UBS: fino a 35’000 posti a rischio

Questo contenuto è stato pubblicato al La megabanca nata dall’acquisizione di Credit Suisse da parte di UBS sarebbe pronta a ridurre la sua forza lavoro nel mondo del 20-30%.

Di più Matrimonio CS-UBS: fino a 35’000 posti a rischio

“Poco incoraggiante”

L’apertura di un’inchiesta di questo tipo non è un segnale incoraggiante, secondo Carlo Lombardini, avvocato e professore di diritto bancario presso l’Università di Losanna. “È una notizia molto interessante che ha sorpreso e bisognerebbe capire esattamente quali sono gli elementi che il Ministero pubblico della Confederazione dispone che gli permettono di considerare l’apertura di un atto istruttorio”, ha dichiarato ai microfoni della Radiotelevisione della Svizzera Italiana RSI. “Trovo che in una situazione già confusa dove onestamente la Svizzera non si è coperta di gloria”, ha aggiunto, “i guai giuridici di questa vicenda iniziano adesso. Questa notizia non dà un segnale molto incoraggiante. Per valutarla precisamente bisognerebbe conoscere la gravità di quanto successo. Non vorrei che tutto questo finisse in un niente, perché finiremmo di ridicolizzarci agli occhi del mondo intero”.

Contenuto esterno


Attualità

adesivi che indicano direzioni in tedesco e ucraino

Altri sviluppi

Statuto S per rifugiati ucraini, giro di vite per contrastare gli abusi

Questo contenuto è stato pubblicato al Due mozioni parlamentari chiedono che le condizioni e le regole riguardanti lo statuto di protezione S concesso alle rifugiate e ai rifugiati ucraini vengano inasprite per evitare abusi.

Di più Statuto S per rifugiati ucraini, giro di vite per contrastare gli abusi
bandiera svizzera

Altri sviluppi

Svizzera molto vulnerabile agli shock geopolitici

Questo contenuto è stato pubblicato al Per gli economisti di UBS, la Svizzera presenta una vulnerabilità superiore alla media agli shock geopolitici, ma nel contempo il Paese ha imparato anche a far fronte ai relativi rischi.

Di più Svizzera molto vulnerabile agli shock geopolitici
confezioni di cereali

Altri sviluppi

Troppo zucchero nei prodotti per l’infanzia, ONG chiede alla Svizzera di agire contro Nestlé

Questo contenuto è stato pubblicato al Public Eye ha chiesto alla Segreteria di Stato dell'economia (Seco) di trascinare davanti alla giustizia Nestlé, rea secondo l'organizzazione non governativa di vendere prodotti per l'infanzia con zucchero aggiunto nei Paesi a basso reddito.

Di più Troppo zucchero nei prodotti per l’infanzia, ONG chiede alla Svizzera di agire contro Nestlé
Thomas Aeschi

Altri sviluppi

Zuffa tra un eletto e la polizia a Palazzo federale

Questo contenuto è stato pubblicato al Il consigliere nazionale e presidente del gruppo parlamentare dell'Unione democratica di centro, Thomas Aeschi, si è azzuffato mercoledì mattina con agenti di polizia armati, di guardia a Palazzo federale.

Di più Zuffa tra un eletto e la polizia a Palazzo federale
Françoise Hardy

Altri sviluppi

È morta Françoise Hardy

Questo contenuto è stato pubblicato al La cantante e attrice francese, icona degli anni Sessanta, è morta martedì all'età di 80 anni.

Di più È morta Françoise Hardy
Hunter Biden

Altri sviluppi

Hunter Biden condannato per possesso illegale di un’arma da fuoco

Questo contenuto è stato pubblicato al Un tribunale del Delaware ha condannato il figlio del presidente statunitense per aver violato le leggi che vietano alle persone con una dipendenza da droghe illegale di possedere armi da fuoco. La pena massima è di 25 anni di prigione, ma essendo incensurato è probabile che non finirà dietro alle sbarre.

Di più Hunter Biden condannato per possesso illegale di un’arma da fuoco
emmanuel macron

Altri sviluppi

Macron lancia un appello alle forze moderate per fare fronte comune

Questo contenuto è stato pubblicato al In vista delle elezioni anticipate convocate per il 30 giugno, il presidente francese ha invitato le forze repubblicane a lavorare assieme per contrastare l'avanzata dell'estrema destra, uscita vittoriosa dalle europee.

Di più Macron lancia un appello alle forze moderate per fare fronte comune

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR