La televisione svizzera per l’Italia

La prevenzione aiuta a combattere i batteri resistenti

La sensibilizzazione della popolazione e dei professionisti aiuta a prevenire i decorsi indesiderati.
La sensibilizzazione della popolazione e dei professionisti aiuta a prevenire i decorsi indesiderati. © Keystone / Gaetan Bally

Un attento monitoraggio, una buona prevenzione e controlli mirati possono contribuire a evitare il 35-55% delle infezioni che insorgono nel corso di degenze ospedaliere o in altre strutture sanitarie.

È quanto riferisce l’Ufficio federale di sanità pubblica in occasione della Settimana mondiale per l’uso prudente degli antibiotici, il “World Antimicrobial Awareness Week”, in programma dal 18 al 24 novembre e indetta da Organizzazione mondiale della sanità (OMS), Organizzazione mondiale della sanità animale (OIE), Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UNEP) e Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO).

Contenuto esterno

In particolare, Berna intende sensibilizzare la popolazione sulle misure da adottare per favorire l’efficacia di questi farmaci e prevenire l’insorgere di nuove resistenze antimicrobiche. La consapevolezza e la comprensione della resistenza antimicrobica, segnala l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), sono fondamentali a fronte di un fenomeno globale preoccupante.

+ Preoccupa la resistenza agli antibiotici.

A questo fine si intendono promuovere – tra la popolazione, gli specialisti e i politici – le buone pratiche per garantire l’efficacia a lungo termine degli antibiotici e favorire così la tutela e la salute, sia delle persone che degli animali.

In proposito Berna sottolinea che la prevenzione delle infezioni è un modo per ridurre l’uso di antibiotici e la contaminazione da parte di agenti patogeni resistenti: i requisiti minimi che gli ospedali devono soddisfare per prevenire e controllare efficacemente queste infezioni sono stati definiti a livello nazionale nel 2021.

In base a queste direttive gli operatori sanitari che lavorano a stretto contatto con i pazienti devono ricevere una formazione accurata sulle misure da adottare per limitare la trasmissione di batteri resistenti agli antibiotici e trasmissibili da persona a persona. Tra di esse figurano l’igiene delle mani e il corretto isolamento dei pazienti.

È inoltre importante che i nosocomi sottopongano a screening i pazienti trasferiti da altre strutture sanitarie, in particolare coloro che giungono per cure dall’estero, e verifichino la presenza di batteri multiresistenti, in modo da limitare la diffusione di agenti patogeni pericolosi per la salute pubblica in Svizzera.

Attualità

gommone di migranti in mare

Altri sviluppi

I migranti vengono salvati (anche) da piloti svizzeri

Questo contenuto è stato pubblicato al Per i soccorsi dei e delle migranti in mare si ricorre alle navi, ma perché esse possano operare c'è bisogno di monitorare le acque e per queste operazioni si ricorre ad aerei ai cui comandi ci sono piloti svizzeri.

Di più I migranti vengono salvati (anche) da piloti svizzeri
hamas fatah

Altri sviluppi

Accordo tra Hamas e Fatah

Questo contenuto è stato pubblicato al Hamas e Fatah, i due principali movimenti palestinesi, da anni rivali, hanno annunciato un accordo di unità nazionale per il dopo-guerra. Israele, però, non ci sta.

Di più Accordo tra Hamas e Fatah

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR