La televisione svizzera per l’Italia

L’Ucraina troppo corrotta per entrare nell’UE?

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen è giunta giovedì a Kiev accompagnata da una delegazione di commissari europei per il primo faccia a faccia con il consiglio dei ministri ucraino. Sul tavolo: la domanda di adesione all'Unione europea avanzata da Kiev. Se da un lato Bruxelles conferma il suo sostegno all'Ucraina, dall'altro pesano le ombre della corruzione nel Paese.

Contenuto esterno

In conferenza stampa, Von der Leyen ha ha annunciato nuove sanzioni contro la Russia in vista del primo anniversario dell’invasione il prossimo 24 febbraio, e la creazione di un centro internazionale per il perseguimento dei crimini in Ucraina con sede all’Aja.

Gli scandali di corruzione hanno però tenuto banco in questi giorni e mercoledì hanno visto la messa sotto accusa di tre rappresentanti del ministero della difesa per appropriazione indebita e il licenziamento dell’intera dirigenza dell’agenzia delle dogane per corruzione. Casi sui quali Zelensky ha detto che intende agire con fermezza: “L’Ucraina farà la sua parte del lavoro, deve farlo e lo farà”. Ha poi informato i commissari europei che verrà creato un piano nazionale per il riavvicinamento della legislazione ucraina a quella europea in tempi rapidi.

Giovedì ci sono state perquisizioni ai ministeri della difesa, dell’energia, del fisco e delle dogane. Decine di dirigenti pubblici sono sospettati di aver rubato milioni di euro. Transparency International, l’organizzazione che si occupa di monitorare la corruzione nel settore pubblico a livello mondiale, piazza l’Ucraina al 116esimo posto nella classifica dei Paesi più corrotti.

Contenuto esterno

Attualità

gommone di migranti in mare

Altri sviluppi

I migranti vengono salvati (anche) da piloti svizzeri

Questo contenuto è stato pubblicato al Per i soccorsi dei e delle migranti in mare si ricorre alle navi, ma perché esse possano operare c'è bisogno di monitorare le acque e per queste operazioni si ricorre ad aerei ai cui comandi ci sono piloti svizzeri.

Di più I migranti vengono salvati (anche) da piloti svizzeri
hamas fatah

Altri sviluppi

Accordo tra Hamas e Fatah

Questo contenuto è stato pubblicato al Hamas e Fatah, i due principali movimenti palestinesi, da anni rivali, hanno annunciato un accordo di unità nazionale per il dopo-guerra. Israele, però, non ci sta.

Di più Accordo tra Hamas e Fatah

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR