La televisione svizzera per l’Italia

L’italo-svizzera Elly Schlein alla testa del PD

Elly Schlein
Elly Schlein è la prima donna a guidare il PD. Keystone / Fabio Frustaci

Elly Schlein è la nuova segretaria del Partito Democratico. Alle primarie ha sconfitto Stefano Bonaccini. L’italo-svizzera, che subentra a Enrico Letta, è la prima donna alla guida del PD.

Secondo risultati ancora provvisori, Elly Schlein ha raccolto il 53,8% dei voti contro il 46,2% del suo rivale, il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. Oltre un milione di persone hanno partecipato alla consultazione interna del partito.

Bonaccini, il favorito della vigilia, ha riconosciuto la sconfitta e si è congratulato con la rivale: “In bocca al lupo per la grande responsabilità che assume alla guida del partito. Elly ha vinto e io sono a disposizione per dare una mao”, ha detto.

L’anti-Meloni

In una prima dichiarazione a caldo, la neoeletta ha sottolineato che “il popolo democratico è vivo, c’è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara […]. Ora la responsabilità è non tradire questa fiducia e avere l’ossessione di riportare al voto i tanti che si sono astenuti negli ultimi anni”.

Contenuto esterno

Prima donna alla guida del partito e la più giovane (ha 38 anni), Elly Schlein ha promesso battaglia: “Saremo un problema per il Governo di Giorgia Meloni. Daremo un contributo a organizzare le opposizioni a difesa dei poveri, contro un Governo che li colpisce, saremo a difesa della scuola pubblica nel momento in cui il Governo tace davanti a una aggressione squadrista. Staremo a fare e barricate contro ogni taglio alla sanità”.

La presidente del Consiglio Giorgia Meloni si è dal canto suo congratulata con Elly Schlein. “Spero che l’elezione di una giovane donna alla guida di via del Nazareno possa aiutare la sinistra a guardare avanti e non indietro”, ha dichiarato la leader di Fratelli d’Italia.

L’analisi di Ferruccio de Bortoli:

Contenuto esterno

Anche dalla Svizzera alcuni esponenti del Partito socialista si sono complimentati con la neoeletta. “Congratulazioni a Elly Schlein per la sua elezione come segretaria del PD. Il Partito socialista non vede l’ora di lavorare con lei! “, ha commentato su Twitter il consigliere nazionale zurighese Fabian Molina.

Contenuto esterno

Le radici svizzere

Elly Schlein rappresenta un rinnovamento per un partito in grosse difficoltà. È considerata progressista, ambientalista e femminista. È apertamente bisessuale, anche se ha sempre mantenuto molta riservatezza sulla sua vita privata, e si batte per una nuova forma di leadership.

Recentemente intervistata dalla radiotelevisione svizzera di lingua tedesca SRF, Elly Schlein ha dichiarato di aver imparato in Svizzera il significato di pari opportunità.

Nata a Lugano nel 1985, Elly Schlein è figlia di due professori universitari: il padre è un politologo americano discendente di una famiglia ebraica askhenazita proveniente dall’odierna Ucraina, la madre è una giurista, figlia di Agostino Viviani, avvocato antifascista e senatore del Partito Socialista negli anni Settanta. Ha due fratelli più grandi, Benjamin, insegnante di matematica all’Università di Zurigo e Susanna, diplomatica all’ambasciata di Atene, recentemente vittima di un attentato anarchico.

Altri sviluppi
Elly Schlein a spasso a Bologna.

Altri sviluppi

Elly Schlein, un po’ di Svizzera nella politica italiana

Questo contenuto è stato pubblicato al Nata e cresciuta in Ticino, Elly Schlein è stata la candidata che ha ottenuto più preferenze alle scorse elezioni regionali dell’Emilia-Romagna.

Di più Elly Schlein, un po’ di Svizzera nella politica italiana

Dopo la maturità conseguita a Lugano si è trasferita in Italia, a Bologna, dove si è laureata in giurisprudenza sulla rappresentazione dei migranti in carcere. Prima di dedicarsi alla politica attiva in Italia ha partecipato, come volontaria, alle due campagne che hanno portato all’elezione alla presidenza degli Stati Uniti di Barack Obama.

Nel 2014, dopo l’esperienza di OccupyPd seguita alla mancata elezione di Prodi e all’impegno al fianco di Pippo Civati nel congresso, si è candidata al Parlamento europeo, dove, un po’ a sorpresa, è stata eletta occupandosi soprattutto di immigrazione, giustizia fiscale, ambiente e lotta alle mafie. Uscita dal PD in epoca renziana, è stata fra i fondatori di ‘Possibile’. La sua esperienza ha finito per incrociarsi con quella del suo sfidante alle primarie, Stefano Bonaccini, nel 2020 quando, terminata l’esperienza europea, si è candidata alla guida di una lista in suo appoggio che raccoglieva varie esperienze di sinistra. In forza del risultato ottenuto, è stata nominata vicepresidente della Regione, dove è rimasta fino al 2022, quando Enrico Letta l’ha chiamata per guidare l’apertura al mondo progressista delle liste del PD, entrando alla Camera.

La sua re-iscrizione al Pd è piuttosto recente: solo nei mesi scorsi ha infatti ripreso la tessera al circolo della Bolognina, dove era di fatto cominciata l’esperienza di OccupyPd e la sua scalata al Parlamento europeo.

Attualità

La droga sequestrata dalla polizia di Berna.

Altri sviluppi

Maxi sequestro di droga a Berna

Questo contenuto è stato pubblicato al Durante retate svolte questa settimana nei cantoni di Berna e Friburgo le forze dell'ordine hanno sequestrato circa una tonnellata di hashish e marijuana e arrestato diverse persone. Le indagini sono ancora in corso.

Di più Maxi sequestro di droga a Berna
Passeggeri in attesa all'aeroporto.

Altri sviluppi

Tilt informatico, problemi anche in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Colpito soprattutto il traffico aereo a Zurigo-Kloten e il settore energetico, risparmiate invece le banche e la Borsa.

Di più Tilt informatico, problemi anche in Svizzera
Nemo all'ultima edizione dell'Eurovision Song Contest.

Altri sviluppi

L’Eurovision a Ginevra o Basilea

Questo contenuto è stato pubblicato al Scartate le candidature di Zurigo e Berna/Bienne. La sede della prossima edizione della seguitissima manifestazione canora continentale sarà decisa il prossimo mese.

Di più L’Eurovision a Ginevra o Basilea
Militari impegnati a Cevio (Valle Maggia)

Altri sviluppi

Maltempo, prorogato l’intervento dell’esercito in Ticino

Questo contenuto è stato pubblicato al L’Esercito prolunga fino al 28 luglio l’impiego di aiuto militare in caso di catastrofe in Ticino per poter concludere la costruzione del ponte a Cevio e ripristinare le strade di Val Bavona e Lavizzara.

Di più Maltempo, prorogato l’intervento dell’esercito in Ticino
Abbé Pierre

Altri sviluppi

Accuse di abusi sessuali contro l’Abbé Pierre

Questo contenuto è stato pubblicato al Sette donne, tra cui una minorenne ai tempi dei fatti contestati, sostengono di aver subito molestie sessuali, per lungo tempo, da parte del celebre presbitero francese.

Di più Accuse di abusi sessuali contro l’Abbé Pierre
Joe Biden

Altri sviluppi

Biden ha il Covid

Questo contenuto è stato pubblicato al Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha contratto l'infezione ma assicura di sentirsi bene. La notizia rischia però di far aumentare la pressione per un suo possibile ritiro dalla corsa elettorale

Di più Biden ha il Covid
La presidente Viola Amherd (a destra) con alcuni partecipanti al vertice della Comunità politica europea.

Altri sviluppi

Viola Amherd al quarto vertice della Comunità politica europea

Questo contenuto è stato pubblicato al Si è aperto oggi al Blenheim Palace di Woodstock, comune del sud dell'Inghilterra nei pressi di Oxford, il quarto vertice della Comunità politica europea (CPE).

Di più Viola Amherd al quarto vertice della Comunità politica europea

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

I contributi devono rispettare le nostre condizioni di utilizzazione. Se avete domande o volete suggerire altre idee per i dibattiti, contattateci!

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR