La televisione svizzera per l’Italia

Italia, i sondaggi vedono la destra in vantaggio

donna bionda si fa un selfie con il telefonino
Il ruolo dei social media sarà importante durante la campagna elettorale. Lo sa bene la presidente dei Fratelli d'Italia Giorgia Meloni. Keystone / Angelo Carconi

In vista delle elezioni anticipate del 25 settembre, i sondaggi vedono in testa la destra dei Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni. Il partito supera di poco il PD.

Stando ai sondaggi effettuati in Italia in vista delle elezioni anticipate il prossimo 25 settembre, in testa c’è la destra di Giorgia Meloni. Il suoi Fratelli d’Italia superano di poco (23,8%) il Partito democratico (PD, al 22,5%). La Lega sarebbe sostenuta dal 13,4% degli elettori, mentre il Movimento 5 Stelle (M5S)  dal 9,8%. Seguono Forza Italia (8,3%), Azione e PiùEuropa (4,9%), Sinistra italiana/Europa Verde (4,2%), Insieme per il Futuro (2,6%), ItalExit (2%), Italia Viva (1,8%) e Articolo 1 – MDP (1,6%).

Contenuto esterno

“Giorgia Meloni rappresenta una leadership nuova, in ascesa e a lei guardano con interesse molti elettori di centro-destra e non solo. Questi elettoti aspettano una leadership che porti qualcosa di diverso “rispetto a quello che hanno già visto con Renzi, con i 5 Stelle e con Salvini, spiega ai microfoni della Radiotelevisione della Svizzera italians RSI Lorenzo Pregliasco, direttore dell’istituto di sondaggi Quorum/Youtrend.

Un taglio con il passato

Il partito che della Meloni ha un passato ingombrante: è l’ultima evoluzione del Movimento Sociale, prima partito neofascista, poi trasformato in Alleanza Nazionale, che chiude i legami con il passato. Per i nostalgici del fascismo, ha detto la presidente dei Fratelli d’Italia, non c’è posto.

Le attuali previsioni vedono il Centrodestra con il 45% dei voti contro il 36% del Centrosinistra. Rotta l’intesa con il M5S, il PD guarda un po’ a sinistra, ma soprattutto al centro, ossia al progetto di Carlo Calenda e del partito PiùEuropa, che lavorano a un’area moderata che rivorrebbe il premier Mario Draghi al Governo.

Social media protagonisti del voto 

Ci sono poi i milioni di indecisi, che vanno convinti tramite i social media, compreso anche quello maggiormente usato dai più giovani: TikTok. E su TikTok si trovano i profili del leghista Matteo Salvini, del grillino Giuseppe Conte e quello della grande favorita Giorgia Meloni. Grandi assenti, invece, i leader del centrosinistra.

“Credo che i social giocheranno un ruolo molto importante”, aggiunge Pregliasco. Un’importanza come mai non l’hanno avuta in nessun’altra elezione politica del Paese. “Andranno osservati anche i movimenti degli influencer ce, prendendo posizione sui temi politici o sui temi della campagna elettorale potrebbero, attraverso il loro seguito sui social, influenzare, in piccolo l’orientamento di voto. Se non altro di alcuni tra i loro follower”.

Attualità

Elisabeth Baume-Schneider e Carine Bachmann

Altri sviluppi

“Il cinema svizzero può fiorire”

Questo contenuto è stato pubblicato al La consigliera federale Elizabeth Baume-Schneider, presente al Festival di Cannes, si dice fiduciosa per il futuro del cinema rossocrociato.

Di più “Il cinema svizzero può fiorire”
fotografie degli ostaggi di hamas

Altri sviluppi

Ostaggi in mano a Hamas, trattative sospese

Questo contenuto è stato pubblicato al Le trattative per la liberazione degli ostaggi in mano ad Hamas sono state sospese. Ad annunciarlo un'emittente israeliana.

Di più Ostaggi in mano a Hamas, trattative sospese
due tossici condividono una dose di fentanyl

Altri sviluppi

Il Fentanyl si fa strada in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al La città di Coira, capitale del canton Grigioni, è diventata uno dei maggiori centri di consumo di stupefacenti in Svizzera. Tra questi anche una "new entry": il Fentanyl.

Di più Il Fentanyl si fa strada in Svizzera
ape su un fiore

Altri sviluppi

In Svizzera il 45% delle api selvatiche è minacciato

Questo contenuto è stato pubblicato al A pochi giorni dalla Giornata internazionale delle api, che cade il 20 maggio, l'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) ha pubblicato venerdì la nuova Lista rossa delle api, che fa il punto sulle specie minacciate.

Di più In Svizzera il 45% delle api selvatiche è minacciato

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR