La televisione svizzera per l’Italia

In Svizzera attualmente c’è “piena occupazione”

donna con casco da cantiere lavora all eterno su un ipad
La disoccupazione in Svizzera è ai minimi. Secondo Boris Zürcher (SECO) non potrà calare ulteriormente. Keystone/gaetan Bally

Il tasso di persone senza impiego in Svizzera registrato nel mese di marzo è del 2%: "È improbabile che questo cali ulteriormente", avvisa il direttore della divisione del lavoro della SECO Boris Zürcher.  

La disoccupazione in Svizzera è attualmente al 2% e secondo il direttore della divisione del lavoro presso la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) Boris Zürcher  la Confederazione si trova praticamente in una situazione di pieno impiego.  Prove di ciò, ha argomentato, sono il numero dei disoccupati di lunga data (in calo per il 21esimo mese di fila), i tassi inferiori all’1% in vari cantoni e la completa normalizzazione del lavoro ridotto. È difficile invece, ha aggiunto, fare previsioni sull’impatto  dei probabili licenziamenti di massa a seguito dell’acquisizione di Credit Suisse da parte di UBS: “È decisamente troppo presto per esprimersi in merito”. 

Altri sviluppi
Credit Suisse

Altri sviluppi

Matrimonio CS-UBS: fino a 35’000 posti a rischio

Questo contenuto è stato pubblicato al La megabanca nata dall’acquisizione di Credit Suisse da parte di UBS sarebbe pronta a ridurre la sua forza lavoro nel mondo del 20-30%.

Di più Matrimonio CS-UBS: fino a 35’000 posti a rischio

Secondo le cifre pubblicate giovedì proprio dalla SECO, la tendenza al ribasso del tasso di disoccupazione è proseguita anche nel mese di marzo, scendendo dal 2,1% registrato in febbraio all’attuale 2%. Un dato, per il terzo mese dell’anno, che non si vedeva da marzo 2001, quando la quota era dell’1,7%. 

Alla fine dello scorso mese, le persone iscritte presso gli Uffici regionali di collocamento (URC) erano 92’755, ossia 5’697 in meno rispetto a febbraio e 16’745 in meno nel confronto con dodici mesi prima. Il tasso di 2% è molto vicino all’1,9% di settembre e ottobre 2022, ovvero quello più contenuto degli ultimi 20 anni. 

Contenuto esterno

Il calo riguarda tutte le categorie d’età. La disoccupazione giovanile (15-24 anni)  si è ridotta  del 10,6% (-975 persone) rispetto a un anno fa, mentre quella per la fascia 50-63 anni del 19,6% (-6’732 persone) in un anno. 

Il cantone con la percentuale più alta di disoccupate e disoccupati è Ginevra (3,7%). In fondo alla scala, a pari merito con lo 0,6%, Appenzello Interno e Obvaldo. 

Contenuto esterno

Manca manodopera 

Boris Zürcher  ha d’altro canto sottolineato come il mercato del lavoro sia al momento molto arido: l’assunzione di nuove lavoratrici e nuovi lavoratori sarebbe quindi benvenuta: “La carenza di manodopera è molto elevata”, ha rimarcato. 

Oltre alle annose lacune strutturali di lavoratori qualificati, come nel settore sanitario, una delle ragioni di tale fenomeno è il cambiamento demografico. Secondo Zürcher, a causa dell’età della popolazione, le persone che entrano nel mercato del lavoro sono meno numerose di quelle che lo lasciano. C’è inoltre una tendenza alla riduzione della mole di lavoro per individuo. 

L’esperto ha evidenziato che esiste un potenziale non sfruttato tra le donne, che spesso lavorano a tempo parziale, e tra la fascia di popolazione più in là con l’età. La partecipazione di queste categorie alla forza lavoro in Svizzera è però già superiore alla media internazionale, ha precisato.  

Infermiere e infermieri in primis 

Nei primi tre mesi dell’anno si registravano  261’500 posti vacanti in Svizzera, ossia 2’500 in meno rispetto all’ultimo trimestre del 2022, secondo un’analisi periodica effettuata dall’azienda X28, che monitora giornalmente i portali dell’impiego, i siti web delle aziende e le pagine internet dei fornitori di personale. 

Professionisti e professioniste maggiormente richiesti sono infermieri e infermiere (6’900 posti vacanti), elettricisti (5’900), venditrici e venditori (3’700), falegnami (3’600), capi-progetto (3’200), sviluppatori e sviluppatrici di software (3’200) e i meccanici (3’200). 

Dagli archivi RSI: “Un mercato in salute”

Contenuto esterno


Attualità

Soccorritori a bordo del fiume dove sono scomparsi i due bus.

Altri sviluppi

Due bus travolti da una frana in Nepal, 66 persone disperse

Questo contenuto è stato pubblicato al Due autobus su cui viaggiavano 24 e 42 persone sono improvvisamente stati travolti da una frana e sono precipitati in un fiume. L’incidente è avvenuto venerdì a Simaltal, a circa 120 chilometri a ovest della capitale del Nepal, Kathmandu.

Di più Due bus travolti da una frana in Nepal, 66 persone disperse
L'impalcatura crollata.

Altri sviluppi

Crolla un’impalcatura a Prilly vicino a Losanna, morte tre persone

Questo contenuto è stato pubblicato al Due persone sono morte venerdì mattina nel crollo di un'impalcatura a Prilly, ad ovest di Losanna. Quattro persone sono rimaste gravemente ferite e altre cinque hanno riportato lesioni minori.

Di più Crolla un’impalcatura a Prilly vicino a Losanna, morte tre persone
Una vettura della polizia di San Gallo.

Altri sviluppi

Un uomo ferisce con un machete cinque persone a San Gallo

Questo contenuto è stato pubblicato al Un uomo di 34 anni ha ferito ieri sera con un machete cinque persone, alcune delle quali gravemente, all'interno e all'esterno di un condominio di San Gallo.

Di più Un uomo ferisce con un machete cinque persone a San Gallo
Il learning center del politecnico federale di Losanna.

Altri sviluppi

Le rette dei politecnici federali triplicheranno per gli stranieri

Questo contenuto è stato pubblicato al Per gli studenti stranieri frequentare i politecnici di Losanna e Zurigo sarà decisamente più caro. Il Consiglio dei Politecnici federali (PF) in accordo con il Parlamento vuole triplicare le tasse di iscrizione.

Di più Le rette dei politecnici federali triplicheranno per gli stranieri
Giorgio Armani.

Altri sviluppi

I novant’anni dello stilista Giorgio Armani

Questo contenuto è stato pubblicato al Nato a a Piacenza nel 1934, Armani è a capo di un gruppo fieramente indipendente, simbolo del made in Italy. Lo stilista italiano è ancora deciso a rimanere alla guida del gruppo, sebbene il momento di lasciare le redini si avvicina sempre di più.

Di più I novant’anni dello stilista Giorgio Armani
Case distrutte in Val Bavona.

Altri sviluppi

Danni per maltempo stimati fino a 200 milioni

Questo contenuto è stato pubblicato al Il maltempo che da metà giugno a inizio luglio si è abbattuto sulla Svizzera, in particolare sul Ticino e il Vallese, ha causato danni assicurati per un totale di 160-200 milioni di franchi.

Di più Danni per maltempo stimati fino a 200 milioni
Tutti gli invitati al vertice della Nato davanti alla Casa Bianca per la foto di rito.

Altri sviluppi

Dalla Nato 40 miliardi di euro in aiuti militari all’Ucraina

Questo contenuto è stato pubblicato al I Paesi della Nato si sono impegnati a dare all'Ucraina almeno 40 miliardi di euro in aiuti militari "entro il prossimo anno" per sostenerla nella guerra contro la Russia.

Di più Dalla Nato 40 miliardi di euro in aiuti militari all’Ucraina
Il ponte distrutto dal maltempo vicino a Cevio in Vallemaggia.

Altri sviluppi

La strategia per meglio allertare la popolazione passa dal telefonino

Questo contenuto è stato pubblicato al La Confederazione ha presentato la sua nuova strategia per informare meglio la popolazione in caso di pericolo. Oltre ai tradizionali allarmi diffusi via app, radio o tramite sirene, in futuro verrà introdotto un nuovo sistema di allerta.

Di più La strategia per meglio allertare la popolazione passa dal telefonino

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR