Navigation

Il poema finnico che ha conquistato il dialetto

Contenuto esterno

In Finlandia, uno svizzero italiano è autore di un'impresa quasi epica: la traduzione di un poema locale nel dialetto di Airolo.

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 dicembre 2021 - 20:58
tvsvizzera.it/MaMi

Il dialetto di Airolo, che sussurra le antichissime storie del grande e sterminato Nord. Walter Arnold, nato a Lugano e cresciuto in Leventina, da 52 anni vive in Finlandia dove è psicoterapeuta. Anni fa si è messo in testa di tradurre i 22’795 versi del Kalevàla, il poema epico - caposaldo della cultura finlandese.

Una saga che narra le gesta di eroi e sciamani, dei e creature mitologiche: ispirazione dichiarata di Tolkien, per creare la sua Terra di Mezzo. La trama del Kalevàla ruota attorno ad un magico oggetto sconosciuto dai grandi poteri, il Sampo, che dona molta fortuna a colui che lo possiede, conteso tra le forze del Bene e del Male.

Strofe di una sapienza arcaica, eredità dell’intero universo ancestrale dei popoli finnici, che per millenni hanno condiviso le stessi sogni e fragilità degli abitanti delle nostre valli alpine e che forse proprio per questo hanno conquistato Walter Arnold.
 

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?