Navigation

Handlettering: scrivere a mano torna di moda

Si tratta di una tecnica che va oltre la semplice calligrafia. Keystone / Bernat Armangue

In un'epoca di digitalizzazione estrema, la calligrafia torna ad appassionare chi vuole prendersi una pausa dalla tecnologia.

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 dicembre 2022 - 09:00
tvsvizzera.it/mrj

Tempo di feste è anche tempo di auguri. Le classiche cartoline sono spesso sostituite da auguri digitali, ma negli ultimi anni la scrittura a mano è tornata in voga grazie al "handletteringLink esterno", una tecnica simile alla calligrafia, ma con quel qualcosa in più.

Appassionate e appassionati non solo vogliono scrivere bene, ma vogliono farlo con gli strumenti giusti e la carta adatta. A questo scopo sono nati negozi specializzati che vendono tutto il necessario per soddisfare qualsiasi esigenza calligrafica.

Chi si dedica al handlettering lo fa anche per dimostrare alla persona che riceverà l'opera (perché spesso si tratta di vere e proprie piccole opere d'arte) di aver investito del tempo per creare qualcosa di personalizzato. 

Come spiega ai microfoni della Radiotelevisione svizzera la gerente di un negozio specializzato, si tratta di una tecnica "simile alla calligrafia, ma si usano pennarelli dalla punta arrotondata e si uniscono anche stili di pittura. Se si usano invece pennarelli con la punta a pennello si parla di brushlettering, un metodo più difficile che necessita più pratica".

Contenuto esterno

Numerosi anche i corsi che si organizzano un po' ovunque nella Confederazione e che attirano sempre più partecipanti.

Che questo passatempo sia di tendenza lo si nota anche nei grandi magazzini, che vi dedicano reparti sempre più estesi. "La richiesta di questi articoli è in continua crescita da più di dieci anni. All’inizio in modo più modesto, negli ultimi 5-6 anni invece l’aumento è stato più importante", racconta il direttore di Manor Coira Mario Bosnjak.

Il trend – che sia handlettering o brushlettering – va controcorrente in un mondo sempre più digitale. Digitalizzazione che è probabilmente la causa di una sorta di ritorno alle origini. "Per un momento si è offline", dice Irene Fäh, gerente del negozio Schönerschulen. "Non si deve controllare se la batteria è carica o se ci sono delle prese elettriche nelle vicinanze. Molte persone ci dicono che assomiglia alla meditazione, il tempo vola e aiuta a rilassarsi".

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?