Navigation

Essere editori nativi digitali

Da poco più di 4 anni in italia sono attive diverse case editrici che pubblicano unicamente e-book. Ma è difficile poter vivere del proprio lavoro

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 maggio 2014 - 12:18

Sono giovani. Sono orgogliosi. Sono gli editori nativi digitali italiani. Sono sul mercato dell'editoria da meno di un lustro e cercano di trovare spazio in un mondo comunque in difficoltà. La particolarità di questi editori è che pubblicano unicamente in formato elettronico. Niente più carta. Per ora nessuno riesce a vivere del proprio lavoro, ma considerata la crescita importante delle vendite, si spera che in poco tempo possa rendersi finanziariamente indipendenti.

A Torino tutti gli adepti degli e-book sono riuniti in una sezione chiamata "Book to the future". Una sezione che anno dopo anno diventa sempre più importante.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.