Esposizione Gli etruschi varcano le Alpi


Roma era ancora una piccola e insignificante città quando la civiltà etrusca era al suo apogeo. Una civiltà che si può riscoprire ora al Museo zu Allerheiligen di Sciaffusa.

Sono circa 250 gli oggetti esposti al Museo Zu AllerheiligenLink esterno di Sciaffusa, raccolti dall’industriale Marcel Ebnöther.

Oggetti che – spiega alla RSI il curatore del museo Werner Rutishauer – “permettono di andare oltre i luoghi comuni” e di cogliere “la ricchezza di questa cultura”.

L’esposizione è stata inaugurata venerdì 22 settembre e rimarrà aperta sino al 4 febbraio 2018.

È la prima volta dopo 60 anni che un museo svizzero offre una così vasta panoramica della cultura degli Etruschi.

Fine della finestrella

L’artigianato etruscoLink esterno è di una bellezza che continua a stupire: brocche in terra cotta, candelieri in bronzo figure votive e decorative che attraverso i commerci raggiungono anche le nostre regioni e preannunciano l'arte dell'Impero romano.

Una civiltà che prende fine nel 27 a.C., quando Roma sconfigge gli etruschi, integrando nell’Impero non solo il territorio, ma anche le capacità tecniche e molti altri aspetti della loro cultura.

Parole chiave