Navigation

Cambiamenti climatici, contadino denuncia RWE

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 02 dicembre 2017 - 15:23
tvsvizzera/spal con RSI (TG del 2.12.2017)

Un contadino peruviano, la cui casa sulle Ande è minacciata dallo scioglimento di un ghiacciaio per effetto del surriscaldamento climatico, ha denunciato il colosso energetico tedesco RWE per le emissioni inquinanti prodotte dalle sue centrali a carbone.

Per Saul Luciano Lliuya la società elettrica chiamata in causa è corresponsabile dell’innalzamento globale delle temperature che hanno provocato l’inondazione del suo campo.

E la giustizia tedesca ha riconosciuto che la sua istanza è ammissibile e quindi verrà celebrato un processo che potrebbe costituire un importante precedente nella lotta ai cambiamenti climatici.

Il produttore tedesco, ritenuto responsabile di una quota pari allo 0,47% delle emissioni di gas a effetto serra mondiali con le sue centrali elettriche, dovrà quindi discolparsi davanti alla corte di Hamm dove gli viene chiesto un indennizzo di 23'400 per opere di messa in sicurezza della città di Huaraz, situata a 3'000 metri ai piedi della Cordillera Blanca nel Perù settentrionale, minacciata dall’innalzamento delle acque.

Una cifra contenuta ma che potrebbe innescare una valanga di azioni giudiziarie nei confronti delle imprese che immettono grandi quantità di anidride carbonica nell’atmosfera.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.