La televisione svizzera per l’Italia

Crac Parmalat, consulente condannato per riciclaggio in Svizzera

La sede del TPF a Bellinzona
Il caso Parmalat giunge nelle aule del TPF a Bellinzona © Keystone / Ti-press / Tatiana Scolari

Un ex manager di Bank of America è stato condannato a una pena pecuniaria (sospesa) e alla restituzione di 17 milioni di dollari nel filone luganese del vasto procedimento sul dissesto finanziario di Parmalat.

Il Tribunale penale federale (TPF) ha riconosciuto Luca Sala colpevole di riciclaggio aggravato per aver riciclato in Svizzera, tra il 2000 e il 2003, 52 milioni di euro provenienti dai conti riconducibili al gruppo agroalimentare emiliano, che all’epoca si trovava alla vigilia del fallimento.

Secondo i giudici federali l’ex dirigente della banca statunitense, divenuto nel frattempo consulente della Parmalat, avrebbe dovuto sospettare che i capitali che aveva trasferito nella Confederazione fossero di origine illegale.

Oltre 500 operazioni sospette

A Luca Sala erano imputate nello specifico 501 operazioni di riciclaggio, divenute poi solo 212 per intervenuta prescrizione: in 81 di questi casi la corte federale ha accertato la sussistenza del reato di riciclaggio aggravato, per gli altri è stato invece assolto con la formula in dubio pro reo.

Ora il manager, che potrà comunque ancora appellarsi al Tribunale federale, è chiamato a restituire 17 milioni di dollari all’azienda emiliana – che è stata nel frattempo rilevata dalla francese Lactalis – che ne aveva chiesti 50 (a questo scopo l’autorità giudiziaria ha bloccato i suoi conti per un importo di circa 9 milioni di franchi).

+ I piedi di cemento dell’industria italiana

In precedenza, sempre nell’ambito del complesso e intricato filone elvetico, il dirigente era stato prosciolto per tre volte dall’accusa più grave dal Tribunale federale, che aveva rinviato gli atti a un’ulteriore corte: nell’ultimo caso però la Procura federale aveva ricorso contro il verdetto alla neonata corte d’appello del TPF che, come detto, lo ha riconosciuto colpevole di riciclaggio aggravato.

Condanna in primo grado a Parma

Ma i guai giudiziari per Luca Sala non finiscono qui: in Italia è stato infatti condannato in primo grado a una pena di 7 anni di carcere, insieme ad altri due dirigenti di Bank of America, per bancarotta fraudolenta impropria.

Pena inflitta in relazione ai finanziamenti delle attività di Parmalat in Sudamerica, quando il gruppo agroalimentare versava già in grosse difficoltà.

Attualità

Trump nel Bronx

Altri sviluppi

Trump nel Bronx per trovare sostenitori

Questo contenuto è stato pubblicato al Nel distretto newyorchese, abitato soprattutto da ispanici e afroamericani, l'ex presidente ha trovato diversi sostenitori.

Di più Trump nel Bronx per trovare sostenitori
binari in tunnel

Altri sviluppi

Tunnel di base del San Gottardo, sostituiti sette chilometri di binari

Questo contenuto è stato pubblicato al Dall'inizio dei lavori di riparazione lo scorso ottobre, sono stati sostituiti sette chilometri di binari nel tunnel ferroviario di base del San Gottardo ed è attualmente in corso l'installazione di un nuovo portone di cambio binario, indicano le FFS.

Di più Tunnel di base del San Gottardo, sostituiti sette chilometri di binari
dottoressa esamina orecchio di una paziente

Altri sviluppi

Entro il 2033 mancheranno più di 2’300 medici in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Nei prossimi 10 anni la medicina interna generale perderà il 44% degli impieghi a tempo pieno principalmente a causa dei pensionamenti e della riduzione dei tassi di occupazione.

Di più Entro il 2033 mancheranno più di 2’300 medici in Svizzera
maxi schermo

Altri sviluppi

La Cina fa ancora la voce grossa attorno a Taiwan

Questo contenuto è stato pubblicato al A tre giorni dall'insediamento alla presidenza dell'isola di William Lai, ritenuto da Pechino un "pericoloso separatista", l'esercito cinese ha mobilitato aerei e navi da guerra per delle esercitazioni al largo di Taiwan.

Di più La Cina fa ancora la voce grossa attorno a Taiwan
Tino Chrupalla,

Altri sviluppi

L’AFD espulsa dal gruppo Identità e democrazia al Parlamento europeo

Questo contenuto è stato pubblicato al L'Alternative für Deutschland è stato espulso dal gruppo che riunisce, tra gli altri, la Lega e il Rassemblement National di Marine Le Pen. Il partito di estrema destra tedesco è finito sotto i riflettori per una serie di scandali.

Di più L’AFD espulsa dal gruppo Identità e democrazia al Parlamento europeo

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR