Navigation

Sandra Milo si racconta

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 06 novembre 2017 - 09:41
tvsvizzera.it/mar con RSI (TG del 5.11.2017)

Alla Festa del Cinema di Roma, conclusasi domenica, l’attrice e scrittrice italo-svizzera Giorgia Wurth ha presentato in anteprima il suo primo documentario, che ha per protagonista un’icona italiana della Settima arte.

Per il suo debutto come regista, Giorgia Wurth ha scelto di ritracciare la storia di un monumento del cinema italiano: Sandra Milo. Nel documentario, intitolato “Salvatrice”, l’attrice racconta i suoi 84 anni, il cinema la televisione, gli scandali e gli amori.

“È una donna che ti crea dipendenza, che ti contagia, che entra in una stanza e la illumina, perché ride, sorride sempre”, afferma Giorgia Wurth.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.