Calcio e razzismo Dopo lo scandalo Anna Frank, il calcio corre ai ripari


Domenica prossima in tutti gli stadi italiani verranno letti stralci del diario di Anna Frank. Le istanze del calcio cercano così di mettere una pezza dopo l’ennesimo episodio di razzismo che ha visto questa volta protagonisti i ‘tifosi’ della Lazio.

Grazie alle immagini delle telecamere poste all’interno dello stadio Olimpico, alcuni ultras della Lazio che hanno appeso domenica le immagini di Anna Frank con indosso la maglietta della Roma nel corso della partita tra la loro squadra e il Cagliari hanno potuto essere identificati.

La procura di Roma ha aperto un procedimento per istigazione all’odio razziale, come previsto dalla legge Mancino. I colpevoli possono incorrere in pene comprese tra uno e quattro anni.

Intanto il presidente della Lazio Claudio Lotito ha deposto due corone di fiori coi colori della squadra alla sinagoga di Roma e ha poi promesso: “La Lazio promuoverà un’iniziativa annuale organizzando per i giovani tifosi un viaggio ad Auschwitz”. 

Parole chiave