Navigation

Nuove regole per gli Airbnb in Svizzera

La piattaforma statunitense di prenotazione di alloggi online, Airbnb, preleverà automaticamente dall'agosto prossimo la tassa di soggiorno per i pernottamenti, riversando poi tale balzello a Zurigo Turismo. Ora anche Berna vuole imporre nuove regole per salvaguardare il centro storico.

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 maggio 2018 - 18:49
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


L'intesa di Zurigo prevede che Airbnb entrerà a far parte di Zurigo Turismo. A fare da apripista ad accordi simili sono stati Friburgo, Basilea Campagna e Zugo. Discussioni con altri Cantoni - tra cui il Ticino - sono in corso. A livello mondiale Airbnb ha già siglato intese simili con oltre 400 città o regioni.

A Zurigo vengono riscossi 2,50 franchi al giorno a persona per ogni notte trascorsa in città.

A Berna il problema è un altro. Le autorità cittadine vogliono evitare che troppi appartamenti nella città vecchia (patrimonio Unesco) vengano riservati ai turisti a scopo commerciale, per durate limitate ma costantemente. 

La capitale elvetica sottolinea di non essere contraria ad Airbnb e chi mette a disposizione dei turisti il proprio appartamento durante un'assenza deve poter continuare a farlo. 

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.