Navigation

Appaltopoli grigionese anche in Ticino

Si tratta di ditte attive nel settore della pavimentazione stradale Keystone / Luca Bruno

Lo scandalo degli appalti grigionesi sconfina in Ticino: due imprese attive nel settore della pavimentazione stradale sono finite sotto la lente della Commissione della concorrenza (COMCO) perché sospettate dia ver gonfiato i prezzi per alcuni lavori svolti nel Moesano su incarico del Governo grigionese.

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 giugno 2021 - 20:20
tvsvizzera.it/mrj

Sospettiamo che si siano accordate sulle offerte da presentare in appalti cantonali o comunali. In casi simili l’sperienza ci insegna che i prezzi finiscono con l’essere più alti e di conseguenza l’ente pubblico paga più di quanto farebbe in un regime di libera concorrenza”, ha dichiarato il direttore della COMCO Patrick Ducrey.

Contenuto esterno

Le perquisizioni nelle due ditte in questione (oltre a una terza società grigionese, attiva nel Moesano) sono avvenute negli scorsi giorni.

Non sono state fornite per ora informazioni riguardanti le cifre richieste, ma solo i dettagli sui lavori - si tratta di lavori messi a concorso dall’ente pubblico del Grigioni e svolti nel Moesano – e i nomi delle ditte in questione verranno resi noti solo tra due settimane, quando verranno pubblicato sul foglio ufficiale elvetico.

Se i sospetti nei loro confronti dovessero essere confermati, le aziende in questione verranno multate dalla COMCO.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.