Navigation

Anche i cani si commuovono

Contenuto esterno

Secondo uno studio giapponese, anche i cani, come gli esseri umani, hanno le lacrime agli occhi quando rivedono il loro padrone dopo un lungo periodo di assenza.

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 agosto 2022 - 21:15
tvsvizzera.it/mrj

Anche i cani si commuovono: secondo uno studio dell’Università giapponese Azabu University, i cani che non vedono i loro padroni per un prolungato periodo di tempo, si commuovono al momento del ricongiungimento.

Gli scienziati hanno esaminato le reazioni di 22 cani con i loro padroni e con i loro conoscenti. Delle strisce di carta imbevute in una soluzione contenente ossitocina (“l’ormone dell’amore”) sonos tate messe sotto ai loro occhi. Alla vista dei padroni - dopo essere stati lontani per qualche ora - piangono per l'emozione. Cosa che non accade invece alla vista delle persone che conoscono, ma che non sono i loro proprietari. Lacrime di felicità che, però, hanno un doppio ruolo: lo sguardo di un cane commosso stimola negli esseri umani il rilascio di ossitocina, rendendoli quindi più affettuosi e protettivi nei loro confronti. Occhi dolci per ottenere coccole, insomma.  

Secondo gli scienziati, le lacrime svolgono un ruolo nella comunicazione non verbale, a conferma che quello che esiste tra esseri umani e cani è un rapporto profondo, nato migliaia di anni fa. Sono geneticamente amici, insomma, e la nuova scoperta è un altro tassello che dimostra questo legame speciale.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?