ambiente Una foresta che si può mangiare

Di Luca Prizia, Rsinews
I boschi sono una risorsa, anche alimentare...

I boschi sono una risorsa, anche alimentare...

Keystone / Filip Singer

Sta per nascere nel Parco Nord di Milano una "Food Forest", composta da piante commestibili.

In una società in cui si cercano sempre di più le etichette verdi, il biologico, il senza questo e senza quello, l’idea di poter raccogliere il cibo direttamente dall’albero in maniera naturale e senza conservanti attira sempre più persone.

A Milano, questo sarà presto possibile: nel Parco Nord sta per sorgere una “Food Forest” di 10'000 metri quadrati, composta da migliaia di alberi, arbusti e piante tutte commestibili.

L’idea di creare una foresta che si può “mangiare” nasce da Etifor, spin off dell’Università di Padova specializzata nella valorizzazione e conservazione del patrimonio ambientale.

Questa sua particolarità la rende “una foresta buona” come ci dice Vanni Bombonato, CEO di That’s Vapore, “infatti è buona davvero per tutti quanti” sia per le persone, che potranno raccoglierne direttamente i frutti, e addirittura adottarne gli alberi, che per l’ambiente e gli animali.


Parole chiave