Navigation

Il bostrico minaccia le foreste dell'Altipiano

Due esemplari fotografati in Germania. Keystone / Andreas Arnold

In Svizzera, autorità ed esperti sono preoccupati dell'aumento della presenza del bostrico tipografo. Le foreste di conifere del Giura, già provate dalla siccità degli ultimi anni, sono sempre più colpite da questo famelico coleottero.

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 luglio 2020 - 15:15
tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 25.07.2020)

L'insetto si moltiplica senza freni, anche perché la primavera calda e secca si è dimostrata un clima ideale.

A inizio giugno, il Canton Giura ha lanciato l'allarme: le morti di alberi causate dal bostrico potrebbero superare la cifra record registrata nel 2003, anno in cui a causa della tempesta Lothar e di un'estate rovente erano stati abbattuti 50'000 metri cubi di legno.

Gli esperti temono la sparizione di interi boschi -particolarmente colpiti quelli di abete rosso- con conseguenze drammatiche per l'ambiente e paesaggi.

Protezione della foresta svizzera/WSL

Grafico tratto da News WSLLink esterno

Valentin Queloz dell'Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio (WSL), conferma la gravità della situazione. "Soprattutto negli ultimi 5 anni e nel nord della svizzera. Quando arriva l'estate e il bel tempo il bostrico scava delle gallerie sotto la corteccia per riprodursi e depositare le uova. Così si interrompono i flussi di linfa e gli alberi seccano e deperiscono."

Contenuto esterno

Qual è la soluzione? Qualche risposta nel servizio RSI.

Questi coleotteri possono uccidere un albero nel giro di due o tre settimane. Per questo le autorità del Canton Giura hanno intenzione di intervenire con ogni mezzo possibile.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.