Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Addio, Keith Emerson

Il mondo del rock dice addio al tastierista, morto suicida, uno dei fondatori del trio britannico Emerson, Lake and Palmer, che negli anni 70 ha dato vita al genere Progressive

Il mondo del rock dice addio al tastierista Keith Emerson, uno dei fondatori del trio britannico Emerson, Lake and Palmer, che negli anni 70 ha dato vita al genere Progressive. L'artista è morto ieri nella sua villa di Los Angeles, in California, e per la polizia si tratterebbe di un suicidio. Emerson aveva 71 anni.

L'annuncio è arrivato ieri sera sul profilo Facebook degli Emerson Lake and Palmer. "Siamo addolorati di comunicare che Keith Emerson è morto la scorsa notte nella sua casa di Santa Monica, a Los Angeles".

Suicidio, non riusciva più a suonare

Keith Emerson si è suicidato sparandosi un colpo alla testa, probabilmente a causa della depressione in cui era caduto per non poter più suonare come sapeva fare lui. È questo il quadro che emerge della morte del 71enne cofondatore della band "Emerson, Lake and Palmer", trovato cadavere venerdì nella sua villa di Santa Monica, in California.

Il sito Tmz ha riferito che Emerson, tra i primi virtuosi della tastiera a usare il Moog e a farlo dal vivo, era depresso per la malattia degenerativa delle fibre nervose alla mano destra che lo costringeva a suonare con sole otto dita e che era destinata ad aggravarsi. Era stata la sua fidanzata, Mari Kawaguchi, a dare l'allarme dopo aver scoperto il corpo in casa.

Con lui se ne è andata un'altra leggenda del rock degli anni Settanta, uno dei migliori tastieristi degli ultimi decenni.

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Neuer Inhalt

Facebook Like-Box

×