Navigation

A Saronno sulle tracce di Bernardino Luini

Bernardino Luini viene anche definito il "Raffaello lombardo". RSI-SWI

Pochi anni prima di decorare la Chiesa di Santa Maria degli Angioli di Lugano, Bernardino Luini ha affrescato il Santuario della Beata Vergine dei Miracoli di Saronno. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 agosto 2022 - 09:15

A Saronno c’è un santuario: è il santuario della Beata Vergine dei Miracoli. Al suo interno ci sono degli affreschi: sono affreschi di Bernardino Luini, eseguiti tra il 1525 e il 1526. Lo stesso Bernardino Luini che pochi anni dopo avrebbe decorato la Chiesa di Santa Maria degli Angioli di Lugano con la Passione e la Crocifissione di Cristo.  

Considerato uno dei migliori allievi di Leonardo Da Vinci, Luini divenne famoso in vita per la sua capacità di inserire in una composizione armoniosa un gran numero di figure in movimento. “Fu Bernardino milanese, delicatissimo, vago e onesto nelle figure sue, come si vede a Sarone, nello Sposalizio di Nostra Donna, e in altre storie nella chiesa di Santa Maria fatte in fresco perfettissimamente”, scriveva di lui Giorgio Vasari nelle sue ‘Vite d’artista’.   

Contenuto esterno

Luini è stato definito spesso come il “Raffaello lombardo” a causa della tranquillità e della serenità emanate dalla sua arte, differenziandosi così dal maestro Leonardo, un artista inquieto e drammatico. Bernardino dal canto suo amava stemperare le atmosfere, proprio come faceva Raffello. Questa sua caratteristica è evidente soprattutto nelle figure femminili raffigurate a Saronno. 

Il santuario della Beata Vergine vanta al suo interno, oltre a quelle di Luini, altre opere d’arte. Tra queste, oltre alla statua miracolosa della VergineLink esterno, spiega la storica dell’arte Vera Segre ai microfoni della Radiotelevisione della Svizzera italiana RSI, c’è anche la traccia di Gaudenzio Ferrari, che sostituì Luini dopo la sua morte. Ferrari, anche su richiesta dei frati francescani, creò delle figure estremamente espressive, i cui volti e i cui gesti esprimono una grande varietà di sentimenti.  

Si sa poco della vita di Bernardino Luini, che in alcune testimonianze viene descritto come un pittore intellettuale e un uomo dolce dal cuore leggero e dagli alti ideali religiosi. Ideali che, proprio a Saronno raggiungono il loro culmine. 

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?