Navigation

21 ore per fare 5 chilometri in auto

Ore e ore in attesa di accedere all'eurotunnel o ai traghetti che li porteranno in Francia. Keystone / Stuart Brock

La pazienza degli automobilisti britannici diretti verso la Francia è stata messa a dura prova nel corso del finesettimana.

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 luglio 2022 - 15:00
tvsvizzera.it/mrj

Gli scorsi giorni sono stati segnati da grandi disagi e ritardi per chi ha dovuto attraversare la Manica dal Regno Unito verso la Francia. Lunghissime code si sono formate agli imbarchi sia dello scalo di Dover che all’accesso dell’Eurotunnel a Folkstone.

Disagi e disservizi che hanno innescato anche un durissimo scambio di accuse tra Parigi e Londra, che rimprovera le autorità francesi di scarsa efficienza e mancanza di personale. La Francia respinge le critiche, sottolineando che la realtà post-Brexit impone maggiori controlli frontalieri.

Contenuto esterno

Ma proprio quando le operazioni di attraversamento allo scalo inglese di Dover sono tornate alla normalità, ieri l’emergenza si è spostata 10km più a sud, all’imbarco dei treni: l’autostrada M20, che attraversa il Kent fino alla costa meridionale, è rimasta chiusa per gran parte della giornata a causa dell’operazione Brock, che prevede– in caso di necessità – la conversione di quel tratto stradale in parcheggio per i camion diretti verso il Continente. Gli automobilisti sono stati costretti a deviare verso percorsi alternativi, intasando tutte le strade provinciali della regione. I viaggiatori hanno impiegato fino 21 ore per spostarsi meno di 5 chilometri.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?