Navigation

È corsa al vaccino in Italia

C'è stato un boom di prenotazioni dopo il via libera al decreto che impone l’uso del Green Pass per entrare in ristoranti, bar, piscine, palestre, cinema e teatri a partire dal 6 agosto.

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 luglio 2021 - 16:00
tvsvizzera.it/mrj

Nelle ultime 24 ore sono oltre 150'000 le persone che si sono collegate ai portali regionali per prenotare la prima dose. A seconda delle regioni c’è stato un incremento degli iscritti che va dal 15% al 200%. L’appello di Mario Draghi a farsi vaccinare ha dunque avuto l’effetto sperato.

Contenuto esterno

Non mancano però i contrari alla politica messa in atto dal Governo: migliaia di persone sono scese in piazza in tutta Italia per protestare e lo faranno anche nei prossimi giorni. Mercoledì 28 luglio è prevista una fiaccolata in Piazza del popolo a Roma indetta dal comitato “Libera scelta”.

Questi manifestanti hanno anche un appoggio politico da parte della Lega e dei Fratelli d’Italia. Matteo Salvini si è detto stupito dell’appello di Draghi e ha sottolineato che tutti hanno il diritto di manifestare il proprio dissenso senza per questo essere etichettati come no vax. La leader dei Fratelli d’Italia Giorgia Meloni ha definito  dal canto suo le parole del presidente del Consiglio dei ministri  come “parole di terrore”.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.