Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Bilancio dopo 2 mesi Treno Mendrisio-Varese, passeggeri in crescita

Un convoglio TILO in viaggio da Varese a Mendrisio attraversa il confine di Stato a Stabio.

Un convoglio TILO in viaggio da Varese a Mendrisio in un'immagine d'archivio.

(©Ti-Press)

A due mesi dall'entrata in servizio, la ferrovia Mendrisio-Varese registra una media di 3'000 passeggeri al giorno, di cui 1'600 in entrata o uscita dal confine. Ancora sotto gli obiettivi puntualità (70%) e coincidenze (90).

Se l'obiettivo era convincere almeno parte dei lavoratori frontalieri a lasciare l'auto a casa, o in un parcheggio di interscambio vicino alla stazione, la S50Link esterno pare averlo centrato.

Da due mesi, il treno permette a centinaia di pendolari di evitare le code al volante ed è apprezzato anche da chi preferisce non guidare nei giorni di maltempo o approfitta del tragitto per leggere il giornale.

Tanti o pochi?

Il dato di 3'000 passeggeri al giorno sulla Varese-Mendrisio si riferisce ai giorni tra lunedì e venerdì. Per 1600 attraversamenti del confine si intende 800 in entrata e 800 in uscita dalla Svizzera.

Una frequentazione "in linea con le aspettative", assicura il capo della Sezione mobilitàLink esterno del Canton Ticino Martino Colombo. L'obiettivo a lungo termine è però il doppio.

(1)

Servizio del Quotidiano sul bilancio a due mesi dall'entrata in funzione del treno Mendrisio-Varese

Incoraggiante è il fatto che il numero di passeggeri cresca costantemente nonostante i noti disservizi: in due mesi sono stati soppressi 52 treni (su 2'720).

La metà delle soppressioni, per la verità, risale alla prima settimana d'esercizio, quando ai problemi tecnici si aggiunse una mancanza di documentazione necessaria alla circolazione sul versante italiano.

Puntualità e coincidenze

La puntualità (intesa come arrivo/partenza entro i 3 minuti dall'orario previsto) si attesta al momento attorno al 70%, mentre le coincidenze a Mendrisio sono rispettate nella misura del 90%. Valori inferiori agli obiettivi, secondo le Ferrovie federali svizzereLink esterno FFS.

In fondo, però, anche i pendolari in automobile si espongono agli imprevisti. Perché allora il TILOLink esterno non è preso d'assalto?

Parcheggi e abitudine

Il problema principale, per chi non può coprire la prima parte del tragitto con un bus, un motorino o una bici, è verosimilmente la scarsa possibilità di lasciare l'auto vicino a una stazione: i parcheggi di Induno Olona, Arcisate e Cantello-Gaggiolo sono sempre pieni.

Per altri, suggerisce il sindaco di Arcisate Angelo Pierobon, è questione d'abitudine. Ma considerato che c'è un nuovo servizio, le abitudini possono cambiare.

tvsvizzera.it/ri con RSI (Quotidiano del 03.09.2018)

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box