Navigation

Avanzo di 2,3 miliardi nei conti della Confederazione

Il governo invita però alla prudenza poiché nei prossimi anni sono previsti deficit di bilancio

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 maggio 2016 - 10:02

Migliorano sensibilmente i conti della Confederazione: il consuntivo dello scorso anno si è infatti chiuso con un avanzo di 2,3 miliardi di franchi, dovuto in particolare a minori uscite, invece dei 400 milioni previsti. Ma nonostante questo buon risultato comunicato mercoledì il Governo ha invitato alla prudenza poiché "le prospettive per i prossimi anni rimangono incerte".

Rispetto al piano finanziario 2017-2019 le previsioni di bilancio sono leggermente migliorate, indica in una nota il Dipartimento federale delle finanze, nella quale viene precisato che "per il biennio 2018-2019 sono ancora attesi importanti disavanzi".

Tra le note dolenti viene segnalata la "flessione del turismo del pieno", che ha avuto un "effetto negativo" sulle entrate legate all'imposta sui carburanti (-300 milioni). Sul fronte delle uscite, invece, i maggiori risparmi sono stati ottenuti nelle voci interessi passivi (-500 milioni) e programmi di ricerca dell'UE (-300 milioni).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.