Navigation

Aiuti statali illegali per Fiat e Starbucks

La Commissione europea ha ordinato a Olanda e Lussemburgo di recuperare circa trenta milioni di franchi di tasse non pagate

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 ottobre 2015 - 20:28

La Commissione europea ha ordinato a Olanda e Lussemburgo di recuperare circa trenta milioni di franchi di tasse non pagate da Fiat e Starbucks. Secondo Bruxelles gli sconti fiscali che sono stati concessi alle due multinazionali equivalgono a degli aiuti di Stato illegali. Però i governi chiamati in causa non condividono questa analisi e hanno già fatto sapere che si riservano di ricorrere in giustizia. Intanto secondo la commissaria alla Concorrenza Margrete Vesthaeger, questo è soltanto l'inizio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.