Campionato nazionale Sfida tra i migliori cani da valanga

A Gsteig, nell’Oberland bernese, i 25 migliori cani da valanga della Svizzera si sono sfidati sabato e domenica per la conquista del titolo nazionale.

Nel servizio della Radiotelevisione svizzera RSI, seguiamo il pastore belga X-Ray e il suo conduttore, Daniel Lang. Hanno venti minuti di tempo per trovare due snowboarder rimasti ipoteticamente sotto la neve. I due hanno iniziato a esercitarsi nel recupero di vittime cinque anni fa. In inverno, passano quasi ogni fine settimana in montagna. Tra gli allenamenti e una gara –o un vero intervento di soccorso in caso di catastrofe- c’è però una differenza sostanziale.

“Quando ci si esercita la ricompensa arriva subito, con qualcosa da mangiare", osserva Daniel. "In gara invece no, il premio arriva solo alla fine. Dal punto di vista del cane è forse un po' frustrante.”

Ma proprio perché non ha ricevuto ricompensa, X-Ray intraprende un secondo tentativo. Quello buono. Comincia a scavare e, per essere valutato positivamente dai giudici, deve continuare a raspare fino all’arrivo del conduttore.

Intanto, sotto la neve, perché possa svolgersi la gara, ci sono persone in carne ossa, disposte a rimanere sepolta per ore. Sicure, però, che i cani le troveranno.

“I cani fiutano l'odore degli umani in modo straordinario”, spiega David Trachsel, anch’egli conduttore. “È una specie di fumo invisibile che sale in superficie, frutto di emanazioni, respiro, traspirazione e dal distacco di cellule”.

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.


 

tvsvizzera.it/ri con RSI (TG del 12.03.2017)

×