Navigation

George Weah eletto presidente della Liberia

Una nuova sfida per l'ex giocatore. Keystone

George Weah ha vinto al secondo turno le elezioni presidenziali in Liberia. L’ex attaccante del Milan ha ottenuto il 61,5% delle preferenze contro il 38,5% del suo avversario, il vicepresidente Joseph Boakai.

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 dicembre 2017 - 20:14
tvsvizzera.it/Zz con RSI (TG del 28.12.2017)

Queste cifre, attese con impazienza dopo il voto di martedì, si basano sul 98,1% dei voti, ha indicato la Commissione elettorale nazionale.

Il 51enne Weah, già senatore di una delle provincie più popolose della Liberia dal 2014, era il favorito in questo secondo turno dopo aver vinto il primo con il 38% dei voti in ottobre. 

Attaccante del Monaco, del PSG e del Milan negli anni ’90, entrerà in carica il prossimo 22 gennaio, succedendo a Ellen Johnson Sirleaf e segnando in questo modo la prima transizione di potere democratica in Liberia, paese anglofono dell’Africa occidentale, da oltre 70 anni. 

Contenuto esterno


Una transizione tranquilla dopo oltre 3 decenni dall’inizio di una guerra civile atroce che ha provocato tra il 1989 e il 2003 la morte di 250'000 persone. 

La Liberia , che sta ancora faticando a superare la devastazione dell’epidemia di ebola, vive ancora nel ricordo dell’ex presidente Charles Taylor (in carica dal 1997 al 2003), condannato dalla giustizia internazionale a 50 anni di prigione per crimini contro l’umanità e crimini di guerra perpetrati nella vicina Sierra Leone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.