Vasta indagine Poliziotto in manette per storia di droga in Vallese

Badge militare con scritta Police Valais sulla manica di uniforme di agente in automobile

L'agente è sospettato di violazione del segreto d'ufficio.

RSI-SWI

Una quindicina di persone, tra le quali un agente di polizia cantonale, sono state arrestate nelle ultime settimane in Vallese per diversi casi legati al traffico di stupefacenti, nella fattispecie cocaina e marijuana. Il poliziotto è sospettato di violazione del segreto d'ufficio.

Sono state necessarie alcune operazioni delle forze dell'ordine. La maggior parte di esse si sono svolte segretamente, ma alla fine di giugno gli agenti sono intervenuti in due autofficine, riferisce all'agenzia Keystone-ATS il procuratore Olivier Elsig, confermando una notizia anticipata da Le Nouvelliste. "Due garagisti e un poliziotto sono stati arrestati".

I garagisti sono legati a "una storia di stupefacenti". Il poliziotto è sospettato d'aver fornito informazioni su procedimenti in corso, ha chiarito il procuratore. "Posso confermare che un dipendente della polizia cantonale è stato arrestato. Ha dato le dimissioni che ho accettato", ha dichiarato da parte sua il capo del dipartimento della sicurezza vallesano Frédéric Favre.

Ramificazioni

I diversi casi che hanno portato a una quindicina di arresti non sono direttamente collegati, ma hanno ramificazioni comuni, ha spiegato Elsig.  Il ritmo degli arresti dipende semplicemente da quello delle indagini, che richiedono lunghi mesi di lavoro prima di essere completate, sottolinea. Alcuni arrestati sono già stati rilasciati.

"Non si tratta comunque del caso del secolo in materia di stupefacenti", ha concluso il procuratore, sottolineando che si tratta di un'indagine cantonale.

Voci non verificate indicano un coinvolgimento di uomini d'affari e personaggi di spicco. Al momento le autorità non vogliono esprimersi sulla questione.
 

Desiderate ricevere ogni settimana una selezione di nostri articoli? Abbonatevi alla newsletter gratuita.

Parole chiave