Navigation

Una nuova forte scossa nell'Italia centrale

Molte persone sono uscite di casa spaventate dal terremoto. Magnitudo 5.4. Non si sa ancora se ci siano stati grossi danni

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 ottobre 2016 - 20:43

Una forte scossa di terremoto è stata avvertita in tutta l'Italia centrale. La scossa è stata avvertita poco fa in tutte le Marche, dalle zone terremotate dell'Ascolano ad Ancona, a Fabriano e Pesaro. Molte persone sono uscite di casa spaventate. Tantissime le chiamate ai vigili del fuoco. La scossa è stata sentita anche nei piani basse delle abitazioni. I lampadari hanno tremato, le porte e le finestre hanno vibrato. Non si sa ancora se ci siano stati grossi danni.

Il terremoto è stato avvertito anche dalla popolazione di Pescara, l'Aquila, Rieti, Arezzo, Perugia, Assisi, Roma, Firenze e Napoli. Il sisma, di una magnitudo 5.4, ha avuto l'epicentro nella provincia di Macerata.

Dopo la più forte, altre tre scosse sono state registrate: alle 19.21 una di magnitudo 2.6 e alle 19.24 la terza (2.5), alle 19.36 la quarta di magnitudo 2.8 ad una profondità di 8 chilometri.

Per Alessandro Amato, del centro terremoti INGV, "questo sisma è in qualche modo legato a quello del 24 agosto ad Amatrice. Si trova infatti nell'area già attiva. Si tratta probabilmente dell'attivazione di una nuova faglia".

Tutti gli aggiornamenti su www.rsi.chLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.