Navigation

Una falla nel sistema operativo di Apple

La falla è stata scoperta da un gruppo internazionale che lavora in difesa della privacy, la Citizen Lab di Toronto. Keystone / Brooks Kraft / Apple Inc. / Ho

Una falla nel sistema operativo di Apple permette di mettere a segno un attacco invisibile senza chiedere alcuna azione da parte della vittima. In poche parole i malintenzionati possono oltrepassare le barriere erette dal sistema operativo senza domandarvi di cliccare un link, di aprire una pagine web.

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 settembre 2021 - 13:12
tvsvizzera.it/fra con Keystone-ATS

Apple ha dovuto riparare urgentemente il difetto informatico che il controverso software Pegasus è riuscito a sfruttare per infettare gli iPhone. Lo spyware della società israeliana NSO ha hackerato con successo i dispositivi a marchio Apple senza ricorrere a collegamenti o pulsanti ingannevoli, la tecnica comunemente utilizzata.

Il difetto è stato individuato la scorsa settimana dai ricercatori di Citizen LabLink esterno dell'università di Toronto, che hanno scoperto che l'iPhone di un attivista saudita era stato infettato tramite iMessage, il sistema di messaggistica di Apple. Secondo questa organizzazione di sicurezza informatica dell'Università di Toronto, Pegasus utilizza questa vulnerabilità "almeno da febbraio 2021".

Apple ha elogiato Citizen Lab per il suo lavoro e ha sottolineato che questo tipo di attacchi ultra sofisticati costano milioni di dollari, non durano a lungo e sono usati per prendere di mira persone specifiche. Pertanto. secondo Apple non sono una minaccia per la stragrande maggioranza degli utenti.

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.