Navigation

Come arrivare a fine mese con le frontiere chiuse?

I supermercati elvetici hanno abbassato molti prezzi ma per molte famiglie restano troppo cari. Keystone / Urs Flueeler

Quanto pesa sulle famiglie svizzere il divieto di fare acquisti oltre confine? L'approfondimento di Patti Chiari sulle difficoltà causate dalle restrizioni imposte per combattere la pandemia.

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 marzo 2021 - 09:00
Redazione di Patti Chiari, RSI

Negli ultimi mesi la grande distribuzione elvetica ha lanciato un’offensiva sui prezzi per contrastare la concorrenza estera. Le catene Migros e Coop, per esempio, hanno abbassato il costo di un migliaio di prodotti.

Per molti residenti però questo non basta. L'elevato livello dei prezzi nella Confederazione incide sul bilancio familiare e va ad aggiungersi ai costi, in costante crescita delle assicurazioni sanitarie obbligatorie e degli affitti.

Le recenti chiusure dei valichi di frontiera nella Svizzera italiana, in seguito alle restrizioni decise per contenere la pandemia (oltre tre mesi nella scorsa primavera e un periodo ancora più lungo dalla fine di autunno) hanno vietato il turismo della spesa su cui molte famiglie contavano per arrivare a fine mese.

Il settimanale di approfondimento di Patti Chiari della RSI ha voluto indagare su come è evoluta la situazione di chi ha fatto scelte opposte: i residenti costretti a comprare tutto nella Confederazione a causa del semi-confinamento e alcuni ticinesi che hanno deciso di andare a vivere oltre confine per avere un tenore di vita diverso (la casa di proprietà e qualche lusso).

Una strategia comunque non esente da interrogativi (sanità, tasse e burocrazia italiane), come dibattuto in studio.

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.