Navigation

Tensione tra Regno Unito e Francia

Contenuto esterno

l ministro dell'Interno francese, Gérald Darmanin, ha annullato l'incontro con il collega britannico, Priti Patel, previsto domenica a Calais, in risposta al premier britannico Boris Johnson che ha chiesto a Parigi di riprendere gli immigrati in arrivo in Gran Bretagna. In un messaggio a Patel, Darmanin sostiene che se la lettera del primo ministro britannico al presidente francese Emmanuel Macron è una "delusione", il fatto di averla resa pubblica "è ancora peggio".

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 novembre 2021 - 14:13
tvsvizzera.it/fra con Keystone-ATS

Giovedì, Johnson ha chiesto alla Francia di riprendere i migranti che arrivano illegalmente in Gran Bretagna per risolvere il problema dell'immigrazione, poche ore dopo che Parigi aveva annunciato l'incontro previsto domenica a Calais. All'incontro sono stati invitati i ministri responsabili dell'immigrazione belga, tedesca, olandese e britannica, nonché la Commissione europea.

"Riteniamo la lettera pubblica del premier britannico inammissibile e contraria alle nostre discussioni tra le controparti. Di conseguenza, Priti Patel non è più invitata alla riunione interministeriale di domenica che viene mantenuta nel formato: Francia-Belgio-Paesi Bassi-Germania-Commissione europea", riferisce l'entourage di Gérald Darmanin. La disputa arriva a meno di due giorni dal naufragio di un'imbarcazione al largo di Calais che ha provocato la morte di 27 migranti.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?