Stato d'emergenza Australia, decine di incendi nel giorno più caldo

È emergenza incendi in Australia. Per il settimo giorno consecutivo il Nuovo Galles del Sud -lo Stato più popoloso, di cui Sydney è la capitale- ha dichiarato l'allerta: sono almeno 100 i roghi che i vigili del fuoco stanno cercando di domare. Intanto, nel Paese è stata registrata giovedì la temperatura media più alta di sempre: 41,9 gradi centigradi.

Vigile del fuoco con divisa ignifuga gialla FIRE, di schiena, osserva un incendio in un bosco

Il Nuovo Galles del Sud (New South Wales) è lo Stato più popoloso dell'Australia.

Keystone / Mick Tsikas

La prima ministra del Nuovo Galles del Sud Gladys Berejiklian, che ha dichiarato lo stato di emergenza per i prossimi sette giorni, ha parlato di "condizioni meteorologiche catastrofiche". 

Nello Stato, almeno 40 case sono bruciate nelle ultime ore e 800 sono state distrutte dalle fiamme da quando è iniziata la stagione degli incendi.

Nel tardo pomeriggio di giovedì erano 106 i roghi ancora attivi nel Nuovo Galles e 2'500 i pompieri impegnati a cercare di domarli.

Da settimane, decine di incendi affliggono l'Australia causando nuvole di fumo tossico che stanno soffocando Sydney, la più grande città del Paese. Metà dei roghi non sono ancora sotto controllo.

A livello nazionale, ha reso noto l'Ufficio meteorologico australiano, sono state registrate giovedì sia la temperatura media più alta di sempre (41,9°C) sia quella più alta mai rilevata a dicembre: 49,8 gradi a Eucla, Australia occidentale. Il record precedente, 49,5 gradi nel Queensland, era del 1972.

Parole chiave