Navigation

Cyber-attacco in Germania, l'hacker ha 20 anni e ha agito da solo

Un ventenne tedesco arrestato domenica ha ammesso di essere l'autore dell'ampio cyber-attacco che ha scosso la Germania qualche giorno or sono, quando si è scoperto che i dati personali di centinaia tra politici e personaggi famosi erano stati trafugati e pubblicati su Internet.

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 gennaio 2019 - 20:49
tvsvizzera.it/Zz/afp con RSI (TG del 08.01.2019)
Contenuto esterno


Non sarebbero quindi coinvolti i servizi segreti di paesi stranieri (i primi contro cui si è puntato il dito sono stati i russi), ipotesi che hanno portato anche la ministra della giustizia, Katarina Barley, a parlare di "un attacco contro la democrazia".  

Martedì le autorità hanno scartato pure la speculazione che riteneva colpevole l'estrema destra, ipotizzata poiché i politici di Alternative für Deutschland (Afd) sono stati i soli a essere risparmiati.  

"Per ora nessun indizio obiettivo ci lascia concludere che abbia agito a fini politici", ha detto Georg Ungefuk, portavoce del dipartimento della lotta alla cyber-criminalità. "Ha detto di averlo fatto poiché infastidito dalle dichiarazioni pubbliche" delle sue vittime, ha aggiunto senza fornire ulteriori dettagli. 

L'origine del vasto cyber-attacco è stata trovata in questo paesino nella regione di Francoforte. Keystone

Il giovane, arrestato domenica nel suo domicilio nella regione di Francoforte, ha riconosciuto i fatti ed è stato rimesso in libertà dato che ha "collaborato pienamente con la polizia" e "non c'è nessun pericolo che scappi", hanno spiegato le autorità. 

L'hacker va ancora a scuola e vive con i suoi genitori. Avrebbe acquisito le sue competenze informatiche da solo, "passando molto tempo davanti al suo PC", ha detto Ungefunk. 

Attraverso il conto twitter @_Orbit, ora chiuso, aveva distribuito i dati giorno dopo giorno, come un calendario dell'avvento. Foto, indirizzi privati e numeri di telefono sono stati pubblicati, come quello della presidente del partito socialdemocratico Andrea Nahles, dichiaratesi "molto toccata e ferita". Sarebbe stata una segnalazione proveniente dal suo entourage ad aver messo in allerta le forze dell'ordine. 

Il caso si sta rivelando imbarazzante per il governo, accusato di non fare abbastanza contro la cyber-criminalità.  

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.