Navigation

Debiti di Campione d'Italia: "Spetta alle autorità italiane onorarli"

Il Governo svizzero è preoccupato dalla situazione economica in cui versa Campione d'Italia. Tuttavia, il debito che il comune italiano ha nei confronti di enti svizzeri non sarà scontato dai ristorni che la Confederazione versa all'Italia.

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 giugno 2019 - 17:50
tvsvizzera.it/mar
Per molti servizi Campione d'Italia (con in primo piano il suo imponente casinò) dipende dal cantone Ticino e in particolare dalla città di Lugano. Keystone / Carlo Pozzoni

L'exclave italiana ha attualmente oltre cinque milioni di debiti nei confronti del cantone Ticino, della Città di Lugano e di vari privati, per servizi come l'approvvigionamento idrico o la raccolta rifiuti. Una cifra che continua a crescere e che desta non poche preoccupazioni nella Confederazione.

A chiedere lumi al Governo federale è stato il deputato ticinese Marco Romano, che durante la tradizionale ora delle domandeLink esterno in Parlamento ha chiesto se non fosse possibile stornare il credito di Campione d'Italia, deducendolo dai ristorni fiscali (ossia quella parte di imposta alla fonte prelevata sui salari dei lavoratori frontalieri e poi retrocessa all'Italia) che ogni anno la Svizzera versa a Roma.

Il ministro degli esteri Ignazio Cassis ha sottolineato che il Governo continua a seguire "con grande attenzione la situazione di dissesto economico di Campione d'Italia". Una situazione che, a detta del consigliere federale ticinese, potrebbe ulteriormente peggiorare, poiché "non può più essere escluso che i vari servizi transfrontalieri siano interrotti prossimamente".

Tuttavia, ripercuotere i crediti di Campione sul versamento dei ristorni fiscali non è possibile, non essendoci "nessun legame né materiale né giuridico tra l'accordo relativo all'imposizione dei lavoratori frontalieri e la situazione debitoria creatasi nell'enclave".

Il Consiglio federale – ha sottolineato Cassis – ritiene che spetti alle autorità italiane "onorare i crediti in sospeso", "indipendentemente dall'annuale versamento dei ristorni".

Perché Campione fa parte dell'Italia? Scopritelo in questo articolo d'archivio:


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.