Navigation

Dipendenti del Casinò chiedono intervento della Regione

Contenuto esterno


Dopo aver stabilito un presidio fisso davanti al Municipio di Campione d'Italia, i dipendenti della casa da gioco di Campione d'Italia hanno manifestato martedì davanti alla sede del Consiglio regionale della Lombardia.

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 luglio 2018 - 20:50
tvsvizzera.it/mar/ats con RSI (Quotidiano del 31.07.2018)

"Solidarietà rispetto alla situazione che si sta vivendo a Campione d'Italia": è quanto ha affermato martedì il presidente del Consiglio regionale, Alessandro Fermi, aprendo i lavori dell'Aula.

Fermi, dopo un incontro con una delegazione delle rappresentanze sindacali dei lavoratori, ha promesso il sostegno delle autorità lombarde: "Come istituzione regionale oggi stesso solleciteremo il Ministero dell'Interno e il Ministero delle Finanze perché prendano i necessari provvedimenti, consapevoli che più si allungano i tempi, più l'utenza inevitabilmente si indirizzerà stabilmente su altre strutture da gioco a danno di Campione".

Lunedì i curatori del fallimento avevano escluso la possibilità – per ragioni giuridiche – di avviare l'esercizio provvisorio della casa da gioco.

Al Casinò di Campione lavorano 487 persone, molte delle quali risiedono in Svizzera. Per ora tutti gli stipendi sono stati versati e non è stata inviata nessuna lettera di licenziamento.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.