Navigation

Consumi, quando il prezzo è svizzero

È normale che il Parmigiano e il Grana in Svizzera arrivino a costare il doppio rispetto al loro paese di produzione, l’Italia? E perché viceversa il caffè Chicco d’Oro, prodotto in Ticino, può essere acquistato nei supermercati italiani a un prezzo più basso? 

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 aprile 2017 - 15:45
tvsvizzera.it/ri con RSI (Patti Chiari del 21.04.2017)

Del resto, una maglia dei grandi marchi internazionali Mango, Zara o H&M costa mediamente il 30% in più in Svizzera rispetto all’Italia, la Francia o la Germania. La trasmissione per i consumatori della Radiotelevisione svizzera RSI, 'Patti chiari', ha cercato di capire se e quanto la differenza sia giustificata.

Contenuto esterno


Gli inviati di 'Patti chiari' si sono inoltre recati in Francia, dove il collettivo "C’est qui le patron" ha chiesto ai consumatori quali caratteristiche doveva avere il loro latte ideale e per quale prezzo. Ogni scelta fatta ha avuto influenze sul prezzo. Questo latte, oggi prodotto e venduto davvero, costa 99 centesimi al litro e ne ha venduti in pochi mesi 6 milioni. I contadini, che prima prendevano 21 centesimi al litro, ora ne incassano 39.

Contenuto esterno


Questi e altri serviziLink esterno della trasmissione sono stati discussi in studio dal Sorvegliante dei prezzi Stefan Meierhans e dal professore di economia Mauro Baranzini [la puntata intera di 'Patti chiari' è disponibile quiLink esterno.



Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.