Navigation

Telelavoro contro lo spopolamento del borgo sperduto

Telelavoro in tempo di pandemia Keystone / Altaf Qadri

Contro lo spopolamento del centro antico di un paesino sui Monti lucani, un'associazione vuole attirare gli smart worker offrendo loro tranquillità e tradizione.

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 settembre 2020 - 09:19
Mario Messina, Rsinews

Grottole, in provincia di Matera, come tanti altri piccoli comuni del Sud Italia, sta combattendo contro il lento ma costante spopolamento del suo borgo antico.

Oggi nel centro storico abitano soltanto duecento persone circa. L’uso sempre più massiccio del telelavoro – però – potrebbe aiutare a portare nuove anime nel borgo.

Contenuto esterno

È l’obiettivo della No profit “Wonder Grottole” che ha messo a disposizione alcune case ristrutturate e collegate a Internet per chi – potendo lavorare da casa – voglia trasferirsi a Grottole approfittando della quiete del paese.

“Qui a Grottole – spiega Andrea Paoletti, di Wonder Grottole – il tempo libero ha un significato diverso. Alla fine della propria giornata di lavoro si può dedicare tempo a se stessi con una passeggiata nei boschi, oppure curando il proprio orto.

Oppure ancora lavorando con gli artigiani locali e imparando l’arte della smielatura o della viticoltura”. La chiave del progetto, dunque, è un connubio tra innovazione e tradizione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.