infanzia Ogni 20 minuti sparisce un minore

Di Checchino Antonini e Massimo Lauria, Rsinews
RSI-SWI

Le cause principali della scomparsa sono fughe e rapimenti da parte dei genitori. la storia di Enzo e Denisa, rapiti dalla loro mamma.

Le chiamate al 116 000, da quando è iniziata la pandemia, sono in costante aumento. Il numero sempre più sollecitato è quello della hotline gestita da Missing ChildrenLink esterno, fondata nel 2011 da Irina Lucidi, la mamma di Alessia e Livia, rapite dal loro padre che, poco dopo, sarebbe morto suicida. Da allora non ci sono notizie delle due sorelline.

"Senza statistiche regolari, però, è difficile capire tipologia, cause ed evoluzione", ha spiegato davanti alle nostre telecamere Alessandro Induni, vicedirettore di Missing Children Switzerland.

Per questo, la fondazione ha commissionato uno studio alla facoltà di Criminologia di Losanna basato su dati della polizia del canton Vaud utilizzati per un modello capace di misurare il fenomeno sull’intera Svizzera. La stima è di 25'000 minori l’anno che spariscono, uno ogni venti minuti.

La fondazione favorisce la collaborazione tra le autorità coinvolte nelle ricerche, sensibilizza istituzioni e cittadini e lavora alla prevenzione di fughe, anche di poche ore, e rapimenti parentali di difficilissima soluzione come la vicenda di Enzo e Denisa, rapiti dalla loro madre, il 31 ottobre 2019, e portati in Algeria. RSI News ha intervistato Francesco Supino, il padre di quei bambini, che vive nel canton Vallese.


Parole chiave