Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Il futuro dell’Ucraina passa per la Normandia

(Carta di Laura Canali)

di Giorgio Cuscito (Limes)

Mentre in Ucraina gli scontri tra esercito di Kiev e milizie russofile s'intensificano, il presidente Usa Barack Obama, quello neo-eletto ucraino Petro Poroshenko e quello russo Vladimir Putin potrebbero incontrarsi per trovare una soluzione alla crisi nell'ex repubblica sovietica. Questa settimana, i tre parteciperanno alla commemorazione dello sbarco in Normandia. Al momento è previsto solo un colloquio tra Obama e Poroshenko, mentre Putin ha in calendario incontri con il presidente François Hollande, la cancelliere tedesca Angela Merkel e il primo ministro britannico David Cameron. Martedì Obama è stato a Varsavia, poi si recherà a Bruxelles e Parigi.

In Ucraina la battaglia continua

La tensione nell'Est dell'Ucraina resta alta. SecondoLink esterno il procuratore generale ad interim ucraino Oleg Makhnitsky, 181 persone (tra cui 59 soldati di Kiev) sono rimaste uccise nelle operazioni militari nella regione di Donetsk e Luhansk. I feriti sarebbero 239.

Nei pressi della città di Sloviansk (regione di Donetsk) milizie filo-russe hanno abbattutoLink esterno un caccia Su-25 e un elicottero da combattimento ucraino, oltre ad aver distrutto quattro mezzi blindati.

Il 2 giugno circa 500 separatisti filorussi hanno attaccatoLink esterno un campo della guardia di frontiera nella regione di Luhansk. Lo scontro con l'esercito di Kiev ha provocato almeno 5 morti e 15 feriti. L'imponente attacco è stato sferrato probabilmente per aprire il confine con la Russia e consentire l'ingresso di forze e rifornimenti. I ribelli affermanoLink esterno che il palazzo amministrativo di Luhansk da loro occupato è stato colpito da bombe a grappolo sganciate da un caccia ucraino.

L'elezione di Petro PoroshenkoLink esterno (proprietario dell'azienda dolciaria Roshen) a presidente dell'Ucraina non ha comportato cambiamenti nelle tattiche adottate da Kiev in quella che è stata definita un'operazione "anti-terrorismo". "Il re del cioccolato" ha ottenuto il 54% dei voti ma milioni di cittadini situati nell'Ucraina orientale non hanno potuto (per le intimidazioni delle milizie separatiste) o voluto partecipare alla votazione. Poroshenko è stato eletto il 25 maggio, due settimane dopo i referendumLink esterno sull'autonomia a Donetsk e Luhansk, nell'Est del paese, passati rispettivamente con l'89% e il 96% dei "sì".

Nato e Russia continuano ad accusarsiLink esterno reciprocamente di appoggiare le operazioni sul campo rispettivamente del governo di Kiev e dei separatisti russofili. Secondo il Financial Times, militanti ceceni sarebbero entratiLink esterno in Ucraina per appoggiare questi ultimi. Uno di loro avrebbe affermato che l'ordine di recarsi in Ucraina sarebbe venuto dal presidente della Repubblica russa di Cecenia Ramzan Kadyrov. Questi ha negatoLink esterno di aver inviato degli uomini nel paese, ma alcuni ceceni potrebbero essersi recati lì volontariamente. Il presidente russo Vladimir Putin ha detto in più occasioni di non aver dato ordine ai suoi soldati di dirigersi nell'Est del paese.

Il viaggio di Obama

Martedì Obama ha fatto tappa a Varsavia, dove ha annunciato la volontà di investireLink esterno un miliardo di dollari per incrementare la presenza militare Usa nel Vecchio Continente. "Abbiamo cominciato a ruotare gruppi addizionali di truppe e di F-16 in Polonia per aiutare i nostri soldati a sostenere le missioni aeree della Nato", ha affermatoLink esterno il presidente Usa.

A Bruxelles, Obama prenderà parte al G7 (Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito, Stati Uniti), che originariamente – con l'acronimo G8 - doveva a svolgersi a Sochi e includere anche la Russia. La crisi ucraina e l'annessione della Crimea da parte di Mosca hanno portato alla sua sospensione dal gruppo e lo spostamento del summit.

In Francia, il leader della Casa Bianca parteciperà al settantesimo anniversario del D-Day, lo sbarco in Normandia delle truppe Usa, che fu decisivo per la sconfitta della Germania nazista durante la Seconda Guerra Mondiale. Anche Putin e Poroshenko - in momenti diversi - parteciperanno alle celebrazioni. Tra i due non è previsto un incontro.

Con questo viaggio Obama vuole rassicurare gli alleati europei sulla propria risolutezza nell'affrontare la questione ucraina e l'assertività russa. Allo stesso tempo, vorrà essere coerente con quanto detto la settimana scorsa, durante il discorsoLink esterno all'Accademia militare americana di West Point: "L'azione militare non può essere l'unica - o anche principale – componente della nostra leadership in ogni situazione. Il fatto di avere il martello migliore, non implica che ogni problema sia un chiodo".

Il gioco di Putin

Nell'ultimo mese la posizione di Putin si è apparentemente ammorbidita. Prima dell'elezione di Poroshenko, si era detto dispostoLink esterno ad accogliere il risultato delle urne; poi aveva invitato (senza successo) le regioni di Donetsk e Luhansk a rimandare i referendum per l'autonomia e quando la prima ha chiesto di accedere alla Federazione Russa, ha temporeggiatoLink esterno. Infine, il presidente russo ha ordinatoLink esterno il ritiro di parte delle truppe russe dal confine orientale dell'Ucraina. La conferma della manovra militare è arrivata dal segretario della Difesa Usa Chuck Hagel.

Il capo del Cremlino non ha bisogno d'altronde di buttare altra benzina sul fuoco ucraino. EleggendoLink esterno come previsto "il re del cioccolato", il paese ha posto al governo l'ennesimo oligarca. Mosca conosce bene Poroshenko, ex ministro degli Esteri durante il premierieta di Yulia Tymoshenko e dello Sviluppo economico durante quello di Mykola Azarov. Inoltre, il recente accordo con la CinaLink esterno per le forniture di gas è per Mosca una possibile leva negoziale nel dialogo con l'Ue (primo mercato energetico di destinazione) e l'Ucraina, attraverso cui passa il 16% del metano consumatoLink esterno nel Vecchio Continente.

Su tale fronte Mosca e Kiev hanno fatto dei piccoli passi in avanti. L'Ucraina ha consegnato alla Russia una prima tranche da 786 milioni di dollari per pagare il debitoLink esterno di 2.237 miliardi di dollari che Naftogaz, azienda energetica ucraina, deve all'omologa russa Gazprom per le forniture di metano di febbraio e marzo. Per questo motivo Mosca ha posticipatoLink esterno al 9 giugno il pagamento per quelle di maggio, previste per il 3 giugno.

I negoziati trilaterali svoltisi lunedì a Bruxelles tra Russia, Ucraina e Ue per definire il prezzo del gas russo sono stati "costruttivi", secondo il ministro dell'Energia ucraino Alexander Novak. Le parti hanno convenuto di non interrompere le forniture durante la fase negoziale.

Nel frattempo, Russia, Bielorussia e Kazakistan hanno inauguratoLink esterno l'Unione Economica Eurasiatica, operativa dall'inizio del prossimo anno. Nei piani di Putin, questa rappresenta il punto di partenza per ricreare una sfera d'influenza politico-economica russa che faccia da contrappeso all'Unione Europea e agli Usa. L'Unione Eurasiatica (che vale in totale 2.7 trilioni di dollari e unisce 170 milioni di persone) prevedeLink esterno la libera circolazione di beni, servizi, capitale e lavoro. I suoi membri collaboreranno in settori chiave come quello energetico, industriale, tecnologico, agricolo e dei trasporti. Armenia, Tagikistan e Kirghizistan potrebbero entrare nell'Unione entro la fine dell'anno.

"Il gruppo ha perso qualcuno per strada" ha dettoLink esterno il presidente bielorusso Aleksander Lukashenko, che ha concluso dicendo che "prima o poi l'establishment ucraino capirà da che parte sta la felicità". Considerata la posizione strategica di principale snodo energetico del gas russo verso l'Europa, la perdita di Kiev è per l'Unione Eurasiatica piuttosto grave.

Per approfondire: L'Ucraina tra noi e PutinLink esterno

×